/ Israele vuole formalizzare le relazioni diplomatiche con l'Arabia...

Israele vuole formalizzare le relazioni diplomatiche con l'Arabia Saudita

 

Secondo i media israeliani, Netanyahu, aiutato dal capo del Mossad e con la collaborazione di Washington, spera di rendere pubblici i legami nei prossimi mesi.


Nel novembre 2017, il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu ha ammesso che, nonostante non abbia relazioni diplomatiche con Riad, lo stato ebraico ha avuto "contatti" con l'Arabia Saudita che "sono stati tenuti in segreto".
 
La tv israeliana Hadashot ha citato fonti secondo cui il primo ministro Benjamin Netanyahu è interessato a formalizzare i legami formali tra lo stato ebraico e l'Arabia Saudita prima delle elezioni del novembre 2019 in Israele.
 
Le fonti hanno individuato funzionari americani senza fornire i nomi e Yossi Cohen, capo del Mossad, che presumibilmente si occupano della questione. Netanyahu deve ancora commentare la notizia di Hadashot.
 
In precedenza, il Times of Israel ha riferito che lo stato ebraico è in trattative con l'Arabia Saudita e altri stati arabi per spingerli a stabilire relazioni diplomatiche formali con Israele.
 
Alla fine di ottobre, i media israeliani hanno citato il sito di notizie degli Emirati Arabi Uniti Al-Khaleej dicendo che l' Arabia Saudita e Israele avevano tenuto riunioni segrete "a Washington e Londra" che hanno portato alla conclusione di un accordo del valore stimato di 250 milioni di dollari.
 
L'accordo prevedeva specificamente il trasferimento della tecnologia israeliana di spionaggio nel regno. Nessuna delle due parti del presunto accordo ha confermato l'informazione.
 
A settembre, Al-Khaleej ha riferito che l'Arabia Saudita avrebbe acquistato i sistemi di difesa missilistica di Iron Dome di Israele per respingere gli attacchi missilistici dei guerriglieri yemeniti  Houthi.
 
A marzo, Netanyahu ha confermato che le autorità saudite avevano aperto lo spazio aereo del paese per aerei dell'Air India che volano da Delhi verso Israele. 
All'inizio di quest'anno, ha ammesso che lo stato ebraico "ha avuto contatti" con l'Arabia Saudita che "sono stati tenuti in segreto ". 
 
Lo stesso mese, il capo di stato maggiore delle forze di difesa israeliane Gadi Eisenkot ha rivelato che il suo paese era pronto a condividere informazioni con l'intelligence di Riad per "affrontare l'Iran", che è considerato una minaccia sia da Israele che per l'Arabia Saudita.
 
Fonte: The Times of Israel
Notizia del:
Notizia del:
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa