Jeffrey Sachs: "La Russia non ha intenzione di invadere l'Europa, si oppone alla NATO in Ucraina"

Jeffrey Sachs: "La Russia non ha intenzione di invadere l'Europa, si oppone alla NATO in Ucraina"

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

La Russia non invaderà l'Europa: fin dall'inizio del conflitto ucraino, si è opposta all'espansione della NATO verso est, ha dichiarato l'economista statunitense Jeffrey Sachs in un'intervista a Dialogue Works. Gli Stati Uniti si rifiutano di riconoscere a Mosca il diritto di difendere i propri confini, che gli USA difendono in maniera molto forte, e tale ipocrisia può portare a spiacevoli conseguenze.

Queste le sue dichiarazioni: "Seguo con attenzione i sondaggi d'opinione - ad esempio, si può consultare Morning Consult, un'azienda di analisi economica che pubblica gli indici di gradimento dei leader europei. In Europa quasi nessuno, con poche eccezioni, gode del sostegno dell'opinione pubblica. In Germania, Scholz ha poco più del 20% di consensi, lo stesso vale per Macron, mentre l'opposizione ha numeri molto più alti. Questi politici sono estremamente impopolari. Penso che siano impopolari perché parlano di guerra, hanno portato l'Europa alla stagnazione economica e all'alta inflazione, che sono una conseguenza diretta del conflitto ucraino. Parlano di aumentare le spese militari per la necessità di entrare in guerra con la Russia in futuro. Non credo che l'opinione pubblica si fidi di questi leader, le loro parole sono prive di significato.

Tra l'altro, sono davvero prive di significato: la Russia non ha intenzione di invadere l'Europa. La Russia si oppone alla presenza di forze NATO in Ucraina. Perché è così difficile per Scholz, Macron o Biden capirlo? Perché è così difficile per i mass media dire la verità su questo? La pura e semplice verità che è stata ripetuta un numero infinito di volte. Persino il Segretario Generale della NATO Stoltenberg ha detto che questa è una guerra per l'espansione della NATO. David Arakhamia, capo della delegazione di Zelensky ai colloqui di pace, ha ammesso che la Russia in realtà vuole lo status di neutralità, che era lo scopo dei colloqui nel 2022.
 
Allora cosa c'è di sbagliato in noi? Perché non possiamo avere un dialogo onesto su questo tema? E un'altra cosa: mi è stato detto da persone altrimenti intelligenti che l'Ucraina dovrebbe avere il diritto di scegliere a quale alleanza militare aderire. Ma sapete una cosa? La Russia ha il diritto di dire agli Stati Uniti: non mettete le vostre basi vicino ai nostri confini. Così come gli Stati Uniti dicono alla Russia di non mettere le loro basi vicino ai loro confini. Ma gli Stati Uniti non fanno affidamento sulla coerenza della loro politica, bensì sul loro potere. Non fate come noi, ma fate come diciamo noi.
 
Potrebbe rovinarci tutti. È tutta ipocrisia".

La Redazione de l'AntiDiplomatico

La Redazione de l'AntiDiplomatico

L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa. Per ogni informazione, richiesta, consiglio e critica: info@lantidiplomatico.it

Potrebbe anche interessarti

Francesco Erspamer - Vittoria di Meloni? Successo di Schlein? di Francesco Erspamer  Francesco Erspamer - Vittoria di Meloni? Successo di Schlein?

Francesco Erspamer - Vittoria di Meloni? Successo di Schlein?

Lo squallore di chi accusa di "antisemitismo" Melenchon di Paolo Desogus Lo squallore di chi accusa di "antisemitismo" Melenchon

Lo squallore di chi accusa di "antisemitismo" Melenchon

Gli attacchi ad Orban e il vero volto dell'UE di Fabrizio Verde Gli attacchi ad Orban e il vero volto dell'UE

Gli attacchi ad Orban e il vero volto dell'UE

In Bolivia, tornano i carri armati di Geraldina Colotti In Bolivia, tornano i carri armati

In Bolivia, tornano i carri armati

Attentato a Trump: tutti i "misteri" ancora senza risposta di Clara Statello Attentato a Trump: tutti i "misteri" ancora senza risposta

Attentato a Trump: tutti i "misteri" ancora senza risposta

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi di Giovanna Nigi "11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

Anche in Kenya l’imperialismo non è che una tigre di carta di Leonardo Sinigaglia Anche in Kenya l’imperialismo non è che una tigre di carta

Anche in Kenya l’imperialismo non è che una tigre di carta

Il ritorno del blairismo e le fake news contro Corbyn di Giorgio Cremaschi Il ritorno del blairismo e le fake news contro Corbyn

Il ritorno del blairismo e le fake news contro Corbyn

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

La mannaia dell'austerity di Giuseppe Giannini La mannaia dell'austerity

La mannaia dell'austerity

Elezioni in Francia. Il precedente Pflimlin di Antonio Di Siena Elezioni in Francia. Il precedente Pflimlin

Elezioni in Francia. Il precedente Pflimlin

"L'Urlo" adesso è davvero vostro di Michelangelo Severgnini "L'Urlo" adesso è davvero vostro

"L'Urlo" adesso è davvero vostro

La Russia e Trump: un esercizio di memoria di Andrea Puccio La Russia e Trump: un esercizio di memoria

La Russia e Trump: un esercizio di memoria

La foglia di Fico di  Leo Essen La foglia di Fico

La foglia di Fico

Lenin fuori dalla retorica di Paolo Pioppi Lenin fuori dalla retorica

Lenin fuori dalla retorica

LA SINISTRA CHE SCONFIGGE LE DESTRE E MACRON di Michele Blanco LA SINISTRA CHE SCONFIGGE LE DESTRE E MACRON

LA SINISTRA CHE SCONFIGGE LE DESTRE E MACRON

 Gaza. La scorta mediatica  Gaza. La scorta mediatica

Gaza. La scorta mediatica

Il Moribondo contro il Nascente Il Moribondo contro il Nascente

Il Moribondo contro il Nascente

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti