KGB e FSB russo sventano golpe in Bielorussia. I golpisti volevano uccidere Lukashenko

KGB e FSB russo sventano golpe in Bielorussia. I golpisti volevano uccidere Lukashenko

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

Golpe contro il presidente Lukashenko in Bielorussia? Lo stesso presidente bielorusso ha informato della detenzione di un gruppo che stava progettando un attacco contro la sua persona e i suoi figli. Il gruppo sarebbe collegato con le agenzie di intelligence statunitensi, secondo quanto rende noto l'agenzia di stampa BelTA tramite il suo canale Telegram, 

"Abbiamo arrestato un gruppo che ci ha guidato e mostrato come avevano pianificato tutto", ha detto il leader bielorusso. "Poi abbiamo smascherato il funzionamento di servizi di intelligence evidentemente stranieri. Molto probabilmente, la Central Intelligence Agency, l'FBI, non so quali americani lavorassero lì".

"Li abbiamo monitorati e abbiamo scoperto che erano disposti a tornare a Minsk e ad organizzare gli omicidi del presidente e dei figli”, ha aggiunto Lukashenko.

L’arresto del gruppo golpista è avvenuto con la fondamentale collaborazione del Servizio di sicurezza federale (FSB) della Russia, come rivela l’agenzia TASS. 

"In un'operazione speciale condotta dal Servizio di sicurezza federale della Federazione Russa insieme al Comitato per la sicurezza dello Stato della Repubblica di Bielorussia (KGB), le attività illegali di Yuri Leonidovich Zyankovich, uomo con doppia cittadinanza bielorussa-statunitense, e il cittadino bielorusso Alexander Feduta sono state fermate, poiché stavano progettando di realizzare un golpe militare in Bielorussia tramite con il comprovato scenario di “rivoluzione colorata” con il coinvolgimento dei nazionalisti locali e ucraini, nonché l’eliminazione fisica del presidente Alexander Lukashenko", secondo quanto reso noto dall'FSB.

Secondo l'FSB, Zyankovich è arrivato a Mosca dopo consultazioni negli Stati Uniti e in Polonia per tenere incontri con rappresentanti delle forze armate bielorusse in modo da convincerli a partecipare a un colpo di Stato militare con il coinvolgimento di nazionalisti locali e ucraini.

"Dopo che il suddetto incontro era stato registrato, i cospiratori sono stati arrestati dai servizi di sicurezza russi e consegnati alle controparti bielorusse", ha riferito l'FSB sottolineando che il golpe era previsto per il 9 maggio durante la parata del Giorno della Vittoria a Minsk.

La Redazione de l'AntiDiplomatico

La Redazione de l'AntiDiplomatico

L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa. Per ogni informazione, richiesta, consiglio e critica: info@lantidiplomatico.it

80 ANNI FA L’INFAMIA DELL’ITALIA VERSO LA JUGOSLAVIA di Giorgio Cremaschi 80 ANNI FA L’INFAMIA DELL’ITALIA VERSO LA JUGOSLAVIA

80 ANNI FA L’INFAMIA DELL’ITALIA VERSO LA JUGOSLAVIA

In Campania trasporto pubblico vietato ai non vaccinati? di Francesco Santoianni In Campania trasporto pubblico vietato ai non vaccinati?

In Campania trasporto pubblico vietato ai non vaccinati?

Rai, ma quale "lottizzazione" si chiama democrazia di Thomas Fazi Rai, ma quale "lottizzazione" si chiama democrazia

Rai, ma quale "lottizzazione" si chiama democrazia

Il vero "dividendo dell'euro" di Gilberto Trombetta Il vero "dividendo dell'euro"

Il vero "dividendo dell'euro"

Lavoratori manganellati: gli anni '90 finiscono oggi di Pasquale Cicalese Lavoratori manganellati: gli anni '90 finiscono oggi

Lavoratori manganellati: gli anni '90 finiscono oggi

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti