La Bolivia proibisce la vendita di terreni nelle zone colpite dalle fiamme in Amazzonia

La Bolivia proibisce la vendita di terreni nelle zone colpite dalle fiamme in Amazzonia

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

 

Il presidente Evo Morales ha annunciato che la Bolivia dichiara una pausa ecologica e che la vendita di terreni sarà vietata nella regione di Chiquitania, dipartimento di Santa Cruz, colpita da incendi boschivi su larga scala in Amazzonia.

 

Morales ha inoltre affermato di aver accettato gli aiuti internazionali e, sebbene inizialmente, abbia ritenuto che non fosse necessario perché il suo paese era pronto a combattere gli incendi, la violenza e il perdurare degli incendi hanno richiesto una maggiore e più incisiva azione.

 

Il ministro degli Esteri boliviano Diego Pary ha confermato di essere stato in contatto con nove paesi e diverse organizzazioni internazionali. Pary ha negato che il governo della Bolivia abbia chiuso alla possibilità di ricevere aiuti internazionali.

 

Evo Morales ha anche annunciato il divieto di vendita di terreni nella regione di Chiquitania, dipartimento di Santa Cruz, colpiti da incendi boschivi su vasta scala.

 

Morales ha dichiarato dal Gabinetto di Emergenza Ambientale, che si è riunito martedì nella città di Roboré, che finora i focolai di fiamme sono stati ridotti da 8.000 a 1.036. Ha riferito che sono stati usati 1.892.320 litri di acqua per mitigare i roghi con le operazioni dell'aereo cisterna Supertanker, degli aerei leggeri e degli elicotteri. A questo proposito, ha annunciato l’acquisizione di altri velivoli.

 

Il presidente ha ringraziato il governo del Perù per l’invio di due elicotteri nelle prossime ore per rafforzare le attività di mitigazione in Chiquitania. "Chiedo solo unità invece di protestare, unità per la nostra biodiversità", ha affermato Morales.

Potrebbe anche interessarti

Ma quale fascismo, quello di Meloni è il classico liberismo atlantista di Francesco Erspamer  Ma quale fascismo, quello di Meloni è il classico liberismo atlantista

Ma quale fascismo, quello di Meloni è il classico liberismo atlantista

Sa(n)remo arruolati in guerra di Giorgio Cremaschi Sa(n)remo arruolati in guerra

Sa(n)remo arruolati in guerra

Russia-Occidente: uno scontro di civiltà?   di Bruno Guigue Russia-Occidente: uno scontro di civiltà?

Russia-Occidente: uno scontro di civiltà?

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'(ancien) Regime di Antonio Di Siena L'(ancien) Regime

L'(ancien) Regime

I libici assaltano il complesso dell'Eni a Zuwara di Michelangelo Severgnini I libici assaltano il complesso dell'Eni a Zuwara

I libici assaltano il complesso dell'Eni a Zuwara

Il "salto tecnologico" cinese e il plusvalore marxiano di Pasquale Cicalese Il "salto tecnologico" cinese e il plusvalore marxiano

Il "salto tecnologico" cinese e il plusvalore marxiano

Gorbachev: ritorno alla terra di Daniele Lanza Gorbachev: ritorno alla terra

Gorbachev: ritorno alla terra

Irriducibili. Viaggio all’interno della fisica e della mente di Damiano Mazzotti Irriducibili. Viaggio all’interno della fisica e della mente

Irriducibili. Viaggio all’interno della fisica e della mente