La Cina rilascia il Rapporto sui diritti umani negli Usa: "situazione catastrofica"

La Cina rilascia il Rapporto sui diritti umani negli Usa: "situazione catastrofica"

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!


L'elezione presidenziale 2016 degli Stati Uniti è stata piena di "bugie e farse" ed è stata condotta dallo "scambio potere per soldi". Lo afferma l'agenzia del governo cinese che come ogni anno risponde al consueto rapporto sui diritti umani pubblicato dagli Stati Uniti con il suo  " Human Rights Record of the United States in 2016".

“Nel 2016 il denaro e lo scambio denaro per potere ha contraddistinto l'elezione in Cina, che è stata piena di bugie e farse". Lo afferma il rapporto per sottolineare la situazione complicata negli Usa per i diritti politici.

"Non ci sono state garanzie dei diritti politici" e le elezioni stesse, accompagnate da proteste su larga scala, hanno offerto "una piena esposizione della natura ipocrita della democrazia degli Stati Uniti".

Dopo aver criticato il "continuo deterioramento dei diritti umani nel paese in aspetti chiave", il rapporto menziona "gli spari persistenti nelle orecchie delle persone che stanno dietro la Statua della Libertà, peggiorando la discriminazione razziale e la farsa elettorale dominata dalla politica di denaro."

Queste istanze hanno visto Washington ancora una volta minare il "mito dei suoi diritti umani con le sue stesse gesta". Nel rapporto si sottolinea come l'anno passato si sono registrati con frequenza crimini con l'uso delle armi da fuoco e un alto numero di vittime. "In totale si sono prodotti 58.100 crimini con armi da fuoco, inclusi 385 sparatorie di massa, che hanno prodotto nel complesso 15 mila morti e 31 mila feriti", prosegue la nota. Sempre sul fronte interno, il rapporto ha evidenziato la situazione dell'industria carceraria, disastrosa al punto che oggi gli Stati Uniti hanno il secondo più alto tasso di carcerazione al mondo, con quasiun adulto su tre che hanno la fedina penale sporca. 



Sempre sul fronte interno, evidenzia il rapporto, il tasso di povertà infantile, il crescente divario salariale di genere e le molestie sessuali fanno concludere che "non c'è stato alcun miglioramento per la tutela dei diritti di donne, dei bambini e degli anziani, oltre che dei diritti delle persone maggiormente vulnerabili "

Sul fronte esterno, la Cina ha rimarcato il suo disappunto di come gli Stati Uniti continui a violare in modo massiccio "i diritti umani in altri paesi, causando enormi perdite civili" in paesi come Siria, Pakistan, Yemen e Somalia.

Nello specifico, il rapporto osserva che le campagne aeree degli Stati Uniti in Siria e in Iraq hanno causato tra i 4.568 e 6.127 civili uccisi e che dal 2009 il suo programma illegale di attacchi con i droni ha causato 800 morti in Pakistan, Yemen e Somalia.

Il rapporto ha evidenziato anche i restanti 59 prigionieri detenuti illegalmente a Guantanamo Bay e il fallimento degli Stati Uniti, in violazione del diritto internazionale, diindagare e punire i crimini di guerra documentati e torture commessi dai soldati americani e agenti della CIA durante il suo 16° anno della cosiddetta guerra "al terrore"

Il rapporto cinese viene rilasciato pochi giorni dopo che il Dipartimento di Stato Usa aveva pubblicato il suo  anunale report nella prassi dei diritti umani, che ha criticato molti aspetti delle politiche interne della Cina dal lato dei diritti civili e politici. Una volta queste ipocrisie a stelle e strisce non avevano risposta. Una volta. Oggi il mondo è cambiato.

Potrebbe anche interessarti

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA" LAD EDIZIONI 3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

Trent’anni fa, il genocidio in Ruanda di Geraldina Colotti Trent’anni fa, il genocidio in Ruanda

Trent’anni fa, il genocidio in Ruanda

Il Congresso Usa ha deciso: "fino all'ultimo ucraino" di Clara Statello Il Congresso Usa ha deciso: "fino all'ultimo ucraino"

Il Congresso Usa ha deciso: "fino all'ultimo ucraino"

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi di Giovanna Nigi "11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

Fino a quando potranno impedire le elezioni in Libia?  di Leonardo Sinigaglia Fino a quando potranno impedire le elezioni in Libia?

Fino a quando potranno impedire le elezioni in Libia?

Il PD e M5S votano per la guerra nel Mar Rosso di Giorgio Cremaschi Il PD e M5S votano per la guerra nel Mar Rosso

Il PD e M5S votano per la guerra nel Mar Rosso

Il caso "scientifico" dell'uomo vaccinato 217 volte di Francesco Santoianni Il caso "scientifico" dell'uomo vaccinato 217 volte

Il caso "scientifico" dell'uomo vaccinato 217 volte

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia di Alberto Fazolo Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Difendere l'indifendibile (I partiti e le elezioni) di Giuseppe Giannini Difendere l'indifendibile (I partiti e le elezioni)

Difendere l'indifendibile (I partiti e le elezioni)

Autonomia differenziata e falsa sinistra di Antonio Di Siena Autonomia differenziata e falsa sinistra

Autonomia differenziata e falsa sinistra

Libia. 10 anni senza elezioni di Michelangelo Severgnini Libia. 10 anni senza elezioni

Libia. 10 anni senza elezioni

L'impatto che avrà il riarmo dell'Ue nelle nostre vite di Pasquale Cicalese L'impatto che avrà il riarmo dell'Ue nelle nostre vite

L'impatto che avrà il riarmo dell'Ue nelle nostre vite

Il "piano Draghi": ora sappiamo in cosa evolverà l'UE di Giuseppe Masala Il "piano Draghi": ora sappiamo in cosa evolverà l'UE

Il "piano Draghi": ora sappiamo in cosa evolverà l'UE

Lenin fuori dalla retorica di Paolo Pioppi Lenin fuori dalla retorica

Lenin fuori dalla retorica

Il nodo Israele fa scomparire l'Ucraina dai radar di Paolo Arigotti Il nodo Israele fa scomparire l'Ucraina dai radar

Il nodo Israele fa scomparire l'Ucraina dai radar

DRAGHI IL MAGGIORDOMO DI GOLDMAN & SACHS di Michele Blanco DRAGHI IL MAGGIORDOMO DI GOLDMAN & SACHS

DRAGHI IL MAGGIORDOMO DI GOLDMAN & SACHS

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti