/ La Russia aiuterà Cuba a sviluppare il settore energetico, danneg...

La Russia aiuterà Cuba a sviluppare il settore energetico, danneggiato dall'embargo degli Stati Uniti

 

Inoltre, Mosca è disposta a collaborare allo sviluppo dell'energia atomica sull'isola se il governo cubano decide di costruire centrali nucleari, ha affermato il vice premier russo.


La Russia agirà in collaborazione con Cuba nel campo dell'energia, danneggiata dal blocco degli Stati Uniti, e sta dialogando con il paese latinoamericano sull'uso pacifico dell'energia nucleare nei settori della medicina e dell'agricoltura.
 
"Attualmente stiamo discutendo di una vasta gamma di usi non energetici del nucleare pacifico. In particolare, stiamo discutendo l'uso delle tecnologie nucleari in medicina e in agricoltura", ha affermato il vice primo ministro russo Sergey Prijodko.
 
La Russia prevede di investire fino a 700 milioni di euro nel rinnovo di dieci unità di generazione di energia elettrica in tre centrali termoelettriche cubane. Secondo il politico russo, "è previsto un finanziamento per realizzare il progetto".
 
Inoltre, Mosca è disposta ad aiutare lo sviluppo dell'energia atomica sull'isola se il governo cubano decide di costruire centrali nucleari, ha aggiunto Prijodko.
 
I tentativi falliti di fare pressione su L'Avana
 
Da parte sua, il Primo Ministro russo, Dmitri Medvedev, ha ribadito durante la sua visita nel Paese latinoamericano che il suo Paese continuerà a rafforzare la cooperazione con Cuba nonostante le pressioni esterne.
 
"Negli ultimi mesi il blocco energetico contro Cuba da parte degli Stati Uniti si è inasprito; c'è il desiderio di creare un ambiente tossico attorno alla cooperazione economica della Russia con Cuba, di spaventare gli investitori economici e di realizzare un blocco energetico dell'isola ", ha dichiarato il premier russo, aggiungendo che la Russia si è sempre opposta apertamente all'uso delle sanzioni nella politica internazionale.
 
"Tuttavia, l'esperienza di Cuba per quasi 60 anni nella lotta contro l'embargo dimostra che con tali tentativi non è possibile ottenere nulla, così come non si può riuscire con i tentativi di esercitare pressioni sul nostro Paese", ha aggiunto Medvedev.
A tale proposito, ha esortato l'Avana a unire le forze per raggiungere una cooperazione ancora più profonda e ha ribadito la solidarietà di Mosca con la nazione latinoamericana.
 
Inoltre, il Primo Ministro ha sottolineato che la Russia e Cuba continueranno a collaborare in diverse aree. "Abbiamo deciso di continuare a sostenere attivamente progetti comuni su larga scala in diversi settori: trasporti, infrastrutture, agricoltura, energia, alta tecnologia e sviluppo digitale".
 
Notizia del:
Notizia del:
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa