Aldo Grasso e i cani da guardia del pensiero unico

Aldo Grasso e i cani da guardia del pensiero unico

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

Aldo Grasso, critico televisivo che di tv non ha mai capito una mazza (vedi le sue parole su Zavoli) ha oggi scritto una delle peggiori pagine del giornalismo italiano. Il suo editoriale su Alessandro Barbero è di uno squallore infinito.

Aldo Grasso non si degna minimamente di esaminare, anche solo a grandi linee, le parole di Barbero. Lo stile è quello tipicamente reazionario del cane da guardia. La sua è infatti una condanna senza discussione, aprioristica, basata sulla difesa intransigente e ottusa di una posizione la cui validità deve essere accettata per fede.

Al di là del Covid, dei vaccini e delle misure sanitarie, questa pandemia sta diventando l’occasione per ridefinire i termini del rapporto tra intellettuali e potere, dove una larga porzione dei primi si auto assoggetta al secondo in maniera meschina e servile. La discussione, il ragionamento, la critica non possono più avere alcun spazio.

Dissentire non è concesso. Chi non si adegua alla posizione dominante è soggetto a un trattamento di delegittimazione generale e agli assalti dei cani da guardia inferociti come Aldo Grasso.

Paolo Desogus

Paolo Desogus

Professore associato di letteratura italiana contemporanea alla Sorbonne Université, autore di Laboratorio Pasolini. Teoria del segno e del cinema per Quodlibet.

Potrebbe anche interessarti

Dove sono ora quei 12 milioni di italiani che votarono per Renzi? di Francesco Erspamer  Dove sono ora quei 12 milioni di italiani che votarono per Renzi?

Dove sono ora quei 12 milioni di italiani che votarono per Renzi?

Le preoccupazioni di Draghi per la Dad sono fasulle di Paolo Desogus Le preoccupazioni di Draghi per la Dad sono fasulle

Le preoccupazioni di Draghi per la Dad sono fasulle

La prima (velenosa) porcata dell'anno di Draghi e compagnia di Giorgio Cremaschi La prima (velenosa) porcata dell'anno di Draghi e compagnia

La prima (velenosa) porcata dell'anno di Draghi e compagnia

Putin ha preso la decisione di Marinella Mondaini Putin ha preso la decisione

Putin ha preso la decisione

Green Pass, quei "fascisti" di Amnesty International... di Savino Balzano Green Pass, quei "fascisti" di Amnesty International...

Green Pass, quei "fascisti" di Amnesty International...

Green Pass: si o no? di Alberto Fazolo Green Pass: si o no?

Green Pass: si o no?

Il Ventennio dell'euro di Thomas Fazi Il Ventennio dell'euro

Il Ventennio dell'euro

"Profitti zero": Siamo alla fase finale di Pasquale Cicalese "Profitti zero": Siamo alla fase finale

"Profitti zero": Siamo alla fase finale

Prima che sia troppo tardi per chiedere scusa di Antonio Di Siena Prima che sia troppo tardi per chiedere scusa

Prima che sia troppo tardi per chiedere scusa

Torna di moda la fake delle fake sulla "Germania virtuosa"... di Gilberto Trombetta Torna di moda la fake delle fake sulla "Germania virtuosa"...

Torna di moda la fake delle fake sulla "Germania virtuosa"...

Le 2 manifestazioni di Tripoli e l’accordo Salvini-Rackete sulla Libia di Michelangelo Severgnini Le 2 manifestazioni di Tripoli e l’accordo Salvini-Rackete sulla Libia

Le 2 manifestazioni di Tripoli e l’accordo Salvini-Rackete sulla Libia