L'aviazione militare russa possiede la seconda più grande flotta a livello mondiale

L'aviazione militare russa possiede la seconda più grande flotta a livello mondiale

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

Le forze armate della Russia hanno la seconda più grande flotta di aerei militari al mondo, secondo la ricerca World Air Forces 2022, pubblicata dalla rivista FlightGlobal e diffusa dall’agenzia TASS.

Secondo la ricerca, la Russia ha 4.173 velivoli militari, ovvero l'8% del numero totale in tutto il mondo. Gli Stati Uniti sono in cima alla lista, con 13.246 velivoli (25%). La Cina è terza, con 3.285 aerei ed elicotteri militari in servizio. Tra i primi cinque paesi troviamo anche India (2.182, ossia il 4%) e Corea del Sud (1.595, il 3%).

Più in basso nell'elenco ci sono Giappone (1.449 o 3%), Pakistan (1.387 o 2%), Egitto (1.062 o 2%), Turchia 1.057 o 2%) e Francia (1.055 o 2%). Altri Stati hanno 22.781 velivoli in totale, o (43%).

A dicembre 2021, un totale di 53.271 aerei ed elicotteri militari sono in servizio in tutto il mondo.

I caccia da combattimento multiruolo russi Sukhoi Su-27 e Su-30 sono il secondo aereo militare più popolare al mondo, secondo la ricerca pubblicata da FlightGlobal. 

I risultati mostrano che oltre 1.000 caccia Su-27/Su-30 erano in servizio nelle flotte di aerei militari di tutto il mondo a dicembre 2021. I caccia russi rappresentavano il 7% della flotta globale di aerei da combattimento. I caccia F-16 statunitensi sono in cima alla classifica con 2.248 velivoli (15% del totale), mostra lo studio.

La classifica Top 10 di Flight Global includeva anche i caccia russi MiG-29 (822 velivoli, 6%) e gli aerei d'attacco Su-25 (474 velivoli, 3%).

A dicembre 2021, 14.713 aerei da combattimento erano in servizio operativo nelle flotte di aerei militari di tutto il mondo, afferma il rapporto.

Insomma, la ricerca conferma l’alta qualità dell’aviazione militare russa apprezzata in tutto il mondo. Un’aviazione all’avanguardia e che si arricchisce costantemente di nuovi velivoli dotati delle tecnologie più moderne. 

La Redazione de l'AntiDiplomatico

La Redazione de l'AntiDiplomatico

L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa. Per ogni informazione, richiesta, consiglio e critica: info@lantidiplomatico.it

Potrebbe anche interessarti

L'agenda Draghi-Meloni di Giorgio Cremaschi L'agenda Draghi-Meloni

L'agenda Draghi-Meloni

Combattere l'imperialismo significa nominarlo (e smascherarlo)   di Bruno Guigue Combattere l'imperialismo significa nominarlo (e smascherarlo)

Combattere l'imperialismo significa nominarlo (e smascherarlo)

Gli aiuti non sono per il popolo ucraino di Alberto Fazolo Gli aiuti non sono per il popolo ucraino

Gli aiuti non sono per il popolo ucraino

Draghi o non Draghi, resta la gabbia dell'eurozona di Thomas Fazi Draghi o non Draghi, resta la gabbia dell'eurozona

Draghi o non Draghi, resta la gabbia dell'eurozona

Von Der Leyen e le elezioni italiane di Pasquale Cicalese Von Der Leyen e le elezioni italiane

Von Der Leyen e le elezioni italiane

Sulla Denazificazione dell'Ucraina di Daniele Lanza Sulla Denazificazione dell'Ucraina

Sulla Denazificazione dell'Ucraina

I 25 anni di Google e il potere "ipnotico" di YouTube di  Leo Essen I 25 anni di Google e il potere "ipnotico" di YouTube

I 25 anni di Google e il potere "ipnotico" di YouTube

Populismo terminale. La dispersione della sinistra e della destra di Damiano Mazzotti Populismo terminale. La dispersione della sinistra e della destra

Populismo terminale. La dispersione della sinistra e della destra