"Le regole del mercato" valgono solo per Wall Street

"Le regole del mercato" valgono solo per Wall Street

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

La vicenda GameStop sta assumendo dei contorni sempre più distopici, a metà strada tra Orwell e Gibson.
 
In pratica tutte le principali piattaforme di trading online (incluse quelle nate come "rivoluzioni del trading dal basso" come Robinhood) hanno bloccato l'acquisto delle azioni di GameStop e di altre aziende ai piccoli investitori, a cui adesso è consentita solo la vendita delle stesse, riservandone l'acquisto solo ai grandi investitori istituzionali di Wall Street, permettendo così a queste di arginare le perdite multimiliardarie (si parla di perdite complessive per circa 70 MILIARDI DI DOLLARI) inflittegli dall'esercito di piccoli investitori che gli ha dichiarato guerra.
 
Peggio ancora: si sono verificati episodi di utenti a cui Robinhood ha venduto le azioni di GameStop a loro insaputa per «mitigare il rischio» per i loro portafogli. Nel frattempo Facebook ha bloccato molti gruppi di discussione legati all'operazione GameStop. Il tutto ovviamente alimentato da una grancassa mediatica sull'inaccettabile "manipolazione del mercato" da parte dei piccoli investitori.
 
 
Difficile immaginare una rappresentazione più plastica di come le regole del gioco capitalistico siano palesemente truccate: finché sono le grandi banche e i grandi fondi d'investimento a speculare sul destino di milioni di persone e ad attaccare interi paesi «sono le regole del mercato, bellezza», ma se un gruppo di comuni cittadini decide di utilizzare le regole del gioco contro i padroni della finanza, ecco che si grida allo scandalo e che la natura ferocemente dittatoriale del regime capitalistico in cui viviamo mostra la sua vera faccia. Un regime in cui bastano un paio di chiamate per "tagliare fuori dal sistema" chi ha osato mettersi contro.
 
Quando la smetteremo di farci prendere per il culo?

Thomas Fazi

Thomas Fazi

Economista e saggista. Autore con W. Mithchell di "Sovranità e barbarie" (Meltemi). Su twitter:  @battleforeurope

Proporzionale puro. La prima lotta politica da cui ripartire di Francesco Erspamer  Proporzionale puro. La prima lotta politica da cui ripartire

Proporzionale puro. La prima lotta politica da cui ripartire

Oggi Alitalia chiude. 10000 licenziamenti, un massacro sociale di Giorgio Cremaschi Oggi Alitalia chiude. 10000 licenziamenti, un massacro sociale

Oggi Alitalia chiude. 10000 licenziamenti, un massacro sociale

Per me questa è resistenza di Savino Balzano Per me questa è resistenza

Per me questa è resistenza

Il paradosso dell'antifascismo di oggi a San Giovanni di Thomas Fazi Il paradosso dell'antifascismo di oggi a San Giovanni

Il paradosso dell'antifascismo di oggi a San Giovanni

Il Nodo gordiano dei Taleban Il Nodo gordiano dei Taleban

Il Nodo gordiano dei Taleban

Polizia, fascisti e Cgil: 3 domande senza risposta di Antonio Di Siena Polizia, fascisti e Cgil: 3 domande senza risposta

Polizia, fascisti e Cgil: 3 domande senza risposta

La rabbia sociale non è fascismo di Michelangelo Severgnini La rabbia sociale non è fascismo

La rabbia sociale non è fascismo

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti