L'India riceve una nuova spedizione di sistemi di difesa aerea S-400 dalla Russia

L'India riceve una nuova spedizione di sistemi di difesa aerea S-400 dalla Russia

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

Difesa e Intelligence è anche su Telegram. Clicca qui per entrare nel canale e restare sempre aggiornato

 

Nonostante le forti pressioni del blocco occidentale - segnatamente degli Stati Uniti - su Nuova Delhi la cooperazione tra India e Russia procede a gonfie vele e senza particolari intoppi. 

Un nuovo lotto di sistemi di difesa aerea russi S-400 è arrivato in India senza ritardi nonostante l'operazione militare speciale in corso in Ucraina, secondo quanto ha riferito India Today citando funzionari indiani di alto livello.

"La principale partita di missili S-400 è stata consegnata via nave ed è ora operativa. Le parti dei sistemi missilistici sono arrivate sia via aerea che via mare e sono state rapidamente dispiegate nei luoghi designati", afferma il quotidiano.

L'India continua "a ricevere le nostre spedizioni senza ritardi o problemi, e l'ultima spedizione di motori revisionati è stata ricevuta pochi giorni fa, nonostante la guerra", ha detto la fonte del giornale.

L'India ha annunciato la sua intenzione di acquistare sistemi russi S-400 nel 2015. Il contratto da 5,43 miliardi di dollari per la spedizione di cinque kit di reggimenti S-400 è stato firmato durante la visita del presidente russo Vladimir Putin in India nell'ottobre 2018.

Dopo l’inizio dell’operazione speciale militare della Russia in Ucraina per smilitarizzare e denazificare il regime di Kiev, gli Stati Uniti hanno praticamente intimato all’India di rinunciare agli armamenti russi. L’India ha però rifiutato di interrompere la cooperazione con la Russia che va oltre il semplice ambito militare.

L'S-400 Triumf è un sistema russo di difesa aerea missilistica a lungo e medio raggio. È progettato per l'eliminazione dei mezzi di attacco e di ricognizione aerea e di qualsiasi altro obiettivo aereo in mezzo a un fuoco intenso e a una controffensiva di guerra elettronica. Il sistema può colpire aerei e missili da crociera a una distanza fino a 400 chilometri; colpire obiettivi balistici che viaggiano a una velocità di 4,8 km/s a una distanza fino a 60 chilometri. L'altitudine massima del bersaglio è di 30 chilometri.

 

Difesa e Intelligence è anche su Telegram. Clicca qui per entrare nel canale e restare sempre aggiornato

 

La Redazione de l'AntiDiplomatico

La Redazione de l'AntiDiplomatico

L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa. Per ogni informazione, richiesta, consiglio e critica: info@lantidiplomatico.it

Potrebbe anche interessarti

Referendum, "non ho votato ma non ho nulla da esultare" di Paolo Desogus Referendum, "non ho votato ma non ho nulla da esultare"

Referendum, "non ho votato ma non ho nulla da esultare"

Marmolada: strage del sistema di Giorgio Cremaschi Marmolada: strage del sistema

Marmolada: strage del sistema

Ecco chi pagherà (veramente) la ricostruzione dell'Ucraina di Marinella Mondaini Ecco chi pagherà (veramente) la ricostruzione dell'Ucraina

Ecco chi pagherà (veramente) la ricostruzione dell'Ucraina

Il Liquidatore entra nella fase finale di Savino Balzano Il Liquidatore entra nella fase finale

Il Liquidatore entra nella fase finale

Sulla Denazificazione dell'Ucraina di Daniele Lanza Sulla Denazificazione dell'Ucraina

Sulla Denazificazione dell'Ucraina

“Ucraina. Il mondo al bivio” . Di Giacomo Gabellini di Damiano Mazzotti “Ucraina. Il mondo al bivio” . Di Giacomo Gabellini

“Ucraina. Il mondo al bivio” . Di Giacomo Gabellini

Scuola pubblica di Bari: iPAD Apple o te ne vai  di Antonio Di Siena Scuola pubblica di Bari: iPAD Apple o te ne vai

Scuola pubblica di Bari: iPAD Apple o te ne vai