/ Mappa aggiornata sulla Guerra in Siria

Mappa aggiornata sulla Guerra in Siria

 

Il mese di luglio è stato caratterizzato da una grande quantità di scontri tra gruppi armati ed esercito siriano, ma nessun progresso significativo si segnala da entrambe le parti.


Come ha riferito il portale di notizie, 'Al Masdar News', all'inizio di luglio, l'esercito arabo siriano (SAA) e i ribelli jihadisti hanno avviato delle offensive nella campagna nord-occidentale del Governatorato di Hama; tuttavia, nessuna delle due parti è stata in grado di ottenere alcun risultato.
 
Seguendo queste piccole offensive da entrambe le parti, i ribelli jihadisti avevano lanciato un'operazione a sorpresa nelle montagne turkmene a nord di Latakia.
 
Questa operazione jihadista iniziata con relativo successo, poiché i miliziani erano stati in grado di conquistare  una collina e diversi punti nelle montagne turkmene vicino al confine turco.


 
Tuttavia, l'avanzata jihadista è stata di breve durata, grazie in gran parte all'arrivo dei rinforzi dell'esercito arabo siriano.
 
L'esercito siriano è riuscito poi a respingere i jihadisti e ristabilire la sicurezza nelle montagne turkmene.
 
Un giorno dopo questo attacco, i ribelli jihadisti, guidati dal gruppo Hay'at Tahrir Al-Sham, hanno preso d'assalto la città di Al-Hamamiyat, situata a nord-ovest di Hama.
 
Ancora una volta, i ribelli jihadisti erano stati in grado di ottenere i primi guadagni, ma successivamente sono stati espulsi da Al-Hamamiyat dopo aver controllato la città per meno di 24 ore.
 
Come risultato di questo attacco ad Al-Hamamiyat, i ribelli jihadisti hanno perso tra gli 80 e i 100 combattenti.
 
Il resto dei fronti in tutta la Siria ha registrato pochi movimenti questo mese.
 
 
Fonte: Al Masdar News
Notizia del:
Notizia del:
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa