Media israeliani: Missili russi S-300 hanno preso di mira i jet di Tel Aviv nell’ultimo attacco sulla Siria

Media israeliani: Missili russi S-300 hanno preso di mira i jet di Tel Aviv nell’ultimo attacco sulla Siria

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

 

Dal 2 gennaio la nostra pagina Facebook subisce un immotivato e grottesco blocco da "fact checker" appartenenti a testate giornalistiche a noi concorrenti. Aiutateci ad aggirare la loro censura e iscrivetevi al Canale Telegram de l'AntiDiplomatico

L’emittente israeliana Channel 13 News di Israele ha riferito che un sistema di difesa missilistica S-300 russo avrebbe aperto il fuoco sui jet israeliani mentre effettuavano un'incursione nello spazio aereo siriano lo scorso 13 maggio.

Nel dare la notizia, poi ripresa da altri media israeliani, si precisa che l'attacco è avvenuto mentre l'aviazione israeliana stava bombardando obiettivi vicino alla città di Masyaf, nel nord-ovest della Siria.

Almeno cinque persone sono state uccisi e sette sono rimaste feriti durante gli attacchi israeliani, secondo i media statali siriani.

Secondo quanto riferito, i sistemi di difesa missilistica russi hanno aperto il fuoco sui jet mentre stavano lasciando l'area. Tuttavia, nell’articolo si aggiunge che il radar S-300 non è riuscito ad agganciarsi ai jet israeliani e quindi "non ha rappresentato una seria minaccia".

Il Cremlino ha fornito quattro sistemi S-300 all'esercito arabo siriano (SAA), ma le loro operazioni sono esclusivamente nelle mani di ufficiali russi.

Se confermato, questo incidente si rivelerebbe un importante punto di svolta per gli attacchi illegali di Tel Aviv sul suolo siriano e nei loro rapporti con Mosca.

Le tensioni tra Russia e Israele sono aumentate dall'inizio dell'invasione dell'Ucraina da parte di Mosca.

La Redazione de l'AntiDiplomatico

La Redazione de l'AntiDiplomatico

L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa. Per ogni informazione, richiesta, consiglio e critica: info@lantidiplomatico.it

Referendum, "non ho votato ma non ho nulla da esultare" di Paolo Desogus Referendum, "non ho votato ma non ho nulla da esultare"

Referendum, "non ho votato ma non ho nulla da esultare"

Marmolada: strage del sistema di Giorgio Cremaschi Marmolada: strage del sistema

Marmolada: strage del sistema

Ecco chi pagherà (veramente) la ricostruzione dell'Ucraina di Marinella Mondaini Ecco chi pagherà (veramente) la ricostruzione dell'Ucraina

Ecco chi pagherà (veramente) la ricostruzione dell'Ucraina

Il Liquidatore entra nella fase finale di Savino Balzano Il Liquidatore entra nella fase finale

Il Liquidatore entra nella fase finale

Sulla Denazificazione dell'Ucraina di Daniele Lanza Sulla Denazificazione dell'Ucraina

Sulla Denazificazione dell'Ucraina

“Ucraina. Il mondo al bivio” . Di Giacomo Gabellini di Damiano Mazzotti “Ucraina. Il mondo al bivio” . Di Giacomo Gabellini

“Ucraina. Il mondo al bivio” . Di Giacomo Gabellini

Scuola pubblica di Bari: iPAD Apple o te ne vai  di Antonio Di Siena Scuola pubblica di Bari: iPAD Apple o te ne vai

Scuola pubblica di Bari: iPAD Apple o te ne vai

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti