Per The Lancet il vaccino russo Sputnik V funziona. Finita la guerra dell'Occidente?

Per The Lancet il vaccino russo Sputnik V funziona. Finita la guerra dell'Occidente?

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

 

Quando lo scorso agosto il presidente russo Vladimir Putin annunciò al mondo che la Russia aveva registrato il primo vaccino anti Covid-19, Sputnik V, in occidente, politici, media e scienziati furono abbastanza freddi, per non dire scettici.

Seppur con qualche eccezione, si lamentava che non ci fossero pubblicazioni scientifiche sul vaccino russo, intanto Mosca continuava a stringere accordi con diversi paesi, tra America Latina , Medio Oriente, e Asia per la fornitura del farmaco.

Intanto, oggi, la prestigiosa rivista medica The Lancet ha pubblicato i risultati preliminari dello studio di fase III che dimostrano che non ha effetti collaterali gravi ed è efficace per tutti i gruppi.

I dati di 19.866 volontari - di cui 4.902 nel gruppo placebo - hanno mostrato che Sputnik V ha un'efficacia complessiva del 91,6%, che aumenta al 91,8% nel gruppo di 2.144 volontari di età superiore ai 60 anni, secondo i risultati intermedi della fase III studio clinico pubblicato oggi su The Lancet.

Alla fine dello studio, c'erano 62 casi confermati di Covid-19 nel gruppo placebo e solo 16 nel gruppo vaccino . Sputnik V si è dimostrato efficace al 100% nel prevenire lo sviluppo di casi gravi.

"Un grande successo nella battaglia contro la pandemia"

I risultati della sperimentazione rappresentano un "grande successo nella battaglia globale contro la pandemia COVID-19", ha dichiarato Alexander Gíntsburg, direttore del Gamaleya Research Institute di Mosca, che ha sviluppato il vaccino Sputnik V.

"I dati pubblicati da The Lancet mostrano che non solo lo Sputnik V è il primo vaccino registrato al mondo, ma anche uno dei migliori " , ha precisato Kirill Dmitriev, direttore esecutivo del Russian Direct Investment Fund (RDIF), che ha sponsorizzato lo sviluppo del farmaco. Ha anche aggiunto che lo Sputnik V supera gli altri vaccini in termini di prezzo e facilità di trasporto e conservazione, definendolo "un vaccino per tutta l'umanità".

Infatti, Sputnik V non ha bisogno di essere conservato a -70 gradi come il vaccino di Pfizer, rendendolo particolarmente adatto per la conservazioni nei paesi con alte temperature e con mancanza di particolari frigoriferi.

In Italia, come in Europa, stiamo vivendo i ritardi dei vaccini Pfizer e Moderna sulle consegne, meglio precisarlo, già pagati dai contribuenti.

Ora, dal momento che The Lancet ha accontentato gli scettici, cosa aspettano i governi europei e le autorità sanitarie preposte a contattare i russi per Sputnik V?

Logica vorrebbe una mobilitazione delle nostre autorità per importarlo, resta però il fatto che il vaccino per il Covid-19 è anche una questione geopolitica con le conseguenti speculazioni. Sappiamo che i governi europei si stanno ergendo, a torto, paladini dei diritti umani con la vicenda dell'oppositore russo Navalny.

Si spera che un eventuale fornitura di vaccini non sia barattata con questa vicenda. Sarebbe, l'ennesima, e non ultima vergogna per l'Unione Europea, quella di sacrificare la vita, la salute, il futuro economico di milioni di persone per seguire i dettami dell'agenda politica della NATO.

 

Francesco Guadagni

Francesco Guadagni

 

Nato nell'anno di grazia 1979. Capolavoro e mancato. Metà osco, metà vesuviano. Marxista fumolentista. S.S.C.Napoli la mia malattia. Pochi pregi, tanti difetti.

Potrebbe anche interessarti

Referendum, "non ho votato ma non ho nulla da esultare" di Paolo Desogus Referendum, "non ho votato ma non ho nulla da esultare"

Referendum, "non ho votato ma non ho nulla da esultare"

Sondaggio Times: Italia primo paese pacifista d'Europa di Giorgio Cremaschi Sondaggio Times: Italia primo paese pacifista d'Europa

Sondaggio Times: Italia primo paese pacifista d'Europa

No Tav, Green Pass e prospettive comuni di Francesco Santoianni No Tav, Green Pass e prospettive comuni

No Tav, Green Pass e prospettive comuni

Sulla Denazificazione dell'Ucraina di Daniele Lanza Sulla Denazificazione dell'Ucraina

Sulla Denazificazione dell'Ucraina

La finanza si "aspetta un terremoto" di Pasquale Cicalese La finanza si "aspetta un terremoto"

La finanza si "aspetta un terremoto"

“Ucraina. Il mondo al bivio” . Di Giacomo Gabellini di Damiano Mazzotti “Ucraina. Il mondo al bivio” . Di Giacomo Gabellini

“Ucraina. Il mondo al bivio” . Di Giacomo Gabellini

Scuola pubblica di Bari: iPAD Apple o te ne vai  di Antonio Di Siena Scuola pubblica di Bari: iPAD Apple o te ne vai

Scuola pubblica di Bari: iPAD Apple o te ne vai

Nell'Italia che vorrei... di Gilberto Trombetta Nell'Italia che vorrei...

Nell'Italia che vorrei...

La dichiarazione delle tribù libiche contro l’occupazione NATO di Michelangelo Severgnini La dichiarazione delle tribù libiche contro l’occupazione NATO

La dichiarazione delle tribù libiche contro l’occupazione NATO