/ Preoccupa che il MES venga attivato su basi discrezionali

Preoccupa che il MES venga attivato su basi discrezionali

 


di Giuseppe Masala

Ritornando al problema del #MES e all'audizione del Ministro Guatieri mi ha colpito molto l'affermazione di quest'ultimo secondo cui non dobbiamo preoccuparci della possibile ristrutturazione del debito perchè avremmo ottenuto che questa non sia automatica ma discrezionale in base ad un "working document", una sorta di algoritmo che decide con il pilota automatico l'azione necessaria. Come se non avessimo già assaggiato questi meccanismi. All'epoca del trattato di Maastricht la regola era unica ed era valida per tutti: se un paese superava il 3% di rapporto "deficit pubblico/pil" veniva sottoposto automaticamente a procedura d'infrazione. Stupido ma equanime.


Poi con il Fiscal Compact abbiamo assaggiato invece i meccanismi discrezionali sulla base di algoritmi. Mi riferisco al cosiddetto "Output Gap" che sulla base di una logica folle e paradossale costringe l'Italia ad un deficit/pil del 2% con NIIP in pareggio e permette alla Francia un deficit/pil del 4% con NIIP negativo del 20% sul pil. Proprio Gualtieri non ci arriva a capire che a questo punto è meglio un meccanismo automatico piuttosto che i pacchetti discrezionali.
Notizia del:
Notizia del:
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa