/ Sinistra spread? No, grazie

Sinistra spread? No, grazie

 




di Emiliano Brancaccio*

"[...] L'appello de L'Espresso all'unità dei deboli non ha alcuna possibilità di successo se non ci si libera di quel 'liberismo di sinistra' che tanti danni ha provocato, in termini economici e di consenso [...] Senza una dirompente discussione sugli errori commessi in passato e sull'odierno 'che fare', dai deboli la sinistra sarà sempre più spesso apostrofata come 'sinistra spritz', il denigratorio epiteto elitista che ha fatto di tutto in questi anni per meritarsi. E il rischio, in prospettiva, è che quell'epiteto si tramuti in un ancor più infamante 'sinistra spread': che ormai incapace di contrastare sul terreno politico l'avanzata delle destre reazionarie, si rifugia nell'ottusa speranza che prima o poi ci pensino i mercati a spazzarle via."

*post Facebook del 3/9/2018
Notizia del:
Notizia del:
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa