'USA responsabili nello Yemen della peggior crisi umanitaria del mondo'

'USA responsabili nello Yemen della peggior crisi umanitaria del mondo'

La rivista statunitense 'The American Conservative', denuncia che Gli Stati Uniti hanno una grande responsabilità nella crisi dello Yemen e per le terribili condizioni di vita dei civili yemeniti.

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!


La rivista statunitense 'The American Conservative' ha denunciato, in un articolo pubblicato mercoledì scorso, la precaria situazione umanitaria nello Yemen e ha ricordato che gli Stati Uniti, attraverso la loro inerzia inazione e la vendita di armi a stati che attaccano il paese arabo, ha contribuito alla attuale disastro.


 
"Gli yemeniti soffrono in gran parte a causa dell'intervento guidato dall'Arabia Saudita, che il nostro governo ha sostenuto in tutte le aree (...) Gli Stati Uniti hanno contribuito a creare la peggiore crisi umanitaria del mondo", si legge nell'articolo scritto dall'analista politico Daniel Larison.
 
Larison ha sottolineato che gli Stati Uniti hanno il potere e l'influenza per fare pressione sull'Arabia Saudita e i suoi alleati per fermare gli attacchi allo Yemen, e se lo fa non è perché il più a lungo dura il conflitto più armi possono vendere a Riyadh e ai suoi complici.
 
Allo stesso modo, l'analista ha ribadito che, a suo parere, il coinvolgimento degli Stati Uniti nell'aggressione contro lo Yemen non ha senso, dal momento che né l'esercito, né la movimento popolare yemenita Ansarollah rappresentano una vera e propria minaccia per gli Stati Uniti e i suoi interessi.
 
Inoltre, ha Larison ha spiegato che tentare di riportare il fuggitivo ex yemenita Abdu Rabu Mansur Hadi non ha alcun significato e non si trarrebbe alcun vantaggio, dal momento che, tranne l'Arabia Saudita e i suoi scagnozzi nessuno lo considera il capo di Stato legittimo dello Yemen, e non ha sufficiente popolarità tra la popolazione.
 
Oltre a Washington, Larison si scaglia anche presso la comunità internazionale per aver ignorato quasi del tutto la crisi umanitaria e la guerra ingiusta lanciata da Riyadh contro lo Yemen, ed ha esortato i governi del mondo a prestare attenzione a questo problema e cercare di alleviare le sofferenze degli yemeniti.
 
L'aggressione saudita, che è iniziata a marzo 2015, ha già provocato la morte di almeno 12.000 civili yemeniti, oltre a distruggere le infrastrutture del paese e causando una delle più gravi crisi umanitarie nel mondo.
 

Potrebbe anche interessarti

Usa-Italia: 3 imposizioni coloniali che forse non conosci di Francesco Erspamer  Usa-Italia: 3 imposizioni coloniali che forse non conosci

Usa-Italia: 3 imposizioni coloniali che forse non conosci

Ucraina, Draghi come Badoglio di Giorgio Cremaschi Ucraina, Draghi come Badoglio

Ucraina, Draghi come Badoglio

Sulla Denazificazione dell'Ucraina di Daniele Lanza Sulla Denazificazione dell'Ucraina

Sulla Denazificazione dell'Ucraina

Bugie sulla sicurezza dei vaccini Usa di Alberto Fazolo Bugie sulla sicurezza dei vaccini Usa

Bugie sulla sicurezza dei vaccini Usa

Deep State. Lo Stato più profondo e i governi più pericolosi di Damiano Mazzotti Deep State. Lo Stato più profondo e i governi più pericolosi

Deep State. Lo Stato più profondo e i governi più pericolosi