Valerio Gentili - "Con Conte per la Terza Repubblica"

Valerio Gentili - "Con Conte per la Terza Repubblica"

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

 

Come l'AntiDiplomatico in questa campagna elettorale - da noi giudicata personalmente la peggiore della storia repubblicana - abbiamo deciso di pubblicare le dichiarazioni di voto delle persone che ci accompagnano in questo nostro percorso di informazione. La maggior parte hanno visto il sostegno di Italia Sovrana e Popolare (da ultimo questa molta bella di Michelangelo Severgnini). Abbiamo pubblicato gli endorsment del Prof. D'Orsi, il Prof. Desogus e Domenico Moro per Unione Popolare di De Magistris. Vi proponiamo ora questa dichiarazione di voto dello storico Valerio Gentili che, al pari del Prof. Santomassimo, annuncia il suo voto per il Movimento Cinque Stelle con queste motivazioni. Buona lettura!

 

di Valerio Gentili

Un approccio pragmatico, combinato con lo studio e l'analisi politica e sociale dell'attuale corpus elettorale e al netto dei contingenti rapporti di forza, in Italia come in Europa, mi portano alla seguente conclusione: per la prima volta  nella storia ormai trentennale della seconda repubblica, un soggetto politico, sufficientemente caratterizzato per autentico sostegno popolare della classe lavoratrice, può realisticamente conseguire un risultato di massa alle elezioni.

Smessi i panni della forza “big tent” , epurati dagli elementi “diciannovisti” e opportunisti, i 5 stelle - volenti o nolenti - rappresentano oggi quel soggetto politico su cui si concentra un voto di classe. Senza analisi mirabolanti basta ricordare reddito di cittadinanza, pensioni minime, super bonus per spiegare una simile dinamica.

Certo, altre forze politiche presentano programmi più avanzati, e da posizioni, più o meno cristalline, di autentica coerenza ma che possibilità hanno di lasciare il segno nel panorama “mainstream” senza una radice di massa? Il movimento 5 stelle può lottare, invece, alla pari, in termini di consenso, con PD e FdI.

A Conte, quindi, il compito di raccogliere le forze di opposizione alla sua sinistra (vedi Di Battista, De Magistris, Rizzo) in un fronte ampio e a queste ultime quello di costruire e rafforzarne ideologicamente il carattere antagonista “allo stato di cose presenti”.

La lotta per una terza repubblica: parlamentare, proporzionale e socialmente orientata può essere la bandiera, progressista e patriottica, per una futura opposizione sociale unita, ampia e radicata nel popolo.

La prima repubblica, quella dei partiti, la seconda, quella personalista dei venditori di fumo, la terza, coi frutti del progresso distribuiti orizzontalmente, può essere quella del popolo che affianca le rappresentanze tradizionali della democrazia liberale con le nuove forme di controllo e partecipazione popolare.

Con questi auspici voterò per il presidente Conte.

Alle armi siam... Von Der Leyen Alle armi siam... Von Der Leyen

Alle armi siam... Von Der Leyen

Lula e la causa palestinese di Fabrizio Verde Lula e la causa palestinese

Lula e la causa palestinese

Gli "utili idioti" del sistema? di Leonardo Sinigaglia Gli "utili idioti" del sistema?

Gli "utili idioti" del sistema?

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA" LAD EDIZIONI 3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

Gaza. L'America Latina progressista si stringe intorno a Lula di Geraldina Colotti Gaza. L'America Latina progressista si stringe intorno a Lula

Gaza. L'America Latina progressista si stringe intorno a Lula

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi di Giovanna Nigi "11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

Brecht e il Festival di Sanremo di Francesco Erspamer  Brecht e il Festival di Sanremo

Brecht e il Festival di Sanremo

Saras in mani stranieri e non è una notizia? di Paolo Desogus Saras in mani stranieri e non è una notizia?

Saras in mani stranieri e non è una notizia?

Unrwa, una vergogna (storica) per l'Italia di Giorgio Cremaschi Unrwa, una vergogna (storica) per l'Italia

Unrwa, una vergogna (storica) per l'Italia

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia di Alberto Fazolo Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Una democrazia dell'apparenza (la violenza delle istituzioni) di Giuseppe Giannini Una democrazia dell'apparenza (la violenza delle istituzioni)

Una democrazia dell'apparenza (la violenza delle istituzioni)

Autonomia differenziata e falsa sinistra di Antonio Di Siena Autonomia differenziata e falsa sinistra

Autonomia differenziata e falsa sinistra

L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE di Gilberto Trombetta L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE

L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE

SHUGALEY NO, IL TESTIMONE SÌ di Michelangelo Severgnini SHUGALEY NO, IL TESTIMONE SÌ

SHUGALEY NO, IL TESTIMONE SÌ

Le manovre USA per screditare le Forze Armate Rivoluzionarie di Cuba di Hernando Calvo Ospina Le manovre USA per screditare le Forze Armate Rivoluzionarie di Cuba

Le manovre USA per screditare le Forze Armate Rivoluzionarie di Cuba

La Hybris umana e il miraggio della Pace di Giuseppe Masala La Hybris umana e il miraggio della Pace

La Hybris umana e il miraggio della Pace

Lenin fuori dalla retorica di Paolo Pioppi Lenin fuori dalla retorica

Lenin fuori dalla retorica

Tassare i ricchi di Michele Blanco Tassare i ricchi

Tassare i ricchi

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti