VIDEO. Mélenchon si congratula con Putin per quello che fa in Siria

VIDEO.  Mélenchon si congratula con Putin per quello che fa in Siria

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!




VIDEO. Mélenchon "félicite" Poutine pour ce que fait la Russie en Syrie Jean-Luc Mélenchon, candidato della sinistra e dei comunisti per le presidenziali in Francia, sostiene l'operato della Russia in Siria. Invitato al programma "On n'est pas couché"" sabato 20 febbraio su France 2, l'eurodeputato francesce dichiarava di "accogliere" con "felicità l'azione del presidente russo Vladimir Putin in Siria. Quando la giornalista Léa Salameh, gli ha chiesto se era "per quello che Putin sta facendo in Siria," il co-presidente del partito di sinistra ha risposto "sì". "Penso che possa risolvere il problema", aveva aggiunto. "Solo così l'Isis può essere sconfitto", ha continuato, sottolineando che "non era vero" che l'esercito russo colpiva l'opposizione siriana al regime di Bashar al-Assad che l'Isis. "Sono stati i russi che hanno tagliato le comunicazioni petrolifere dell'Isis dalla Turchia".

Perché riascoltare oggi le parole di Melanchon? Perché la liberazione di Aleppo dimostra che quelle parole coraggiose hanno avuto ragione e che, forse, in Europa sta risorgendo una sinistra in politica estera. 

Il neoliberismo e l'idea di giustizia di Francesco Erspamer  Il neoliberismo e l'idea di giustizia

Il neoliberismo e l'idea di giustizia

La mediazione cinese, l'arroganza occidentale di Paolo Desogus La mediazione cinese, l'arroganza occidentale

La mediazione cinese, l'arroganza occidentale

Sa(n)remo arruolati in guerra di Giorgio Cremaschi Sa(n)remo arruolati in guerra

Sa(n)remo arruolati in guerra

Russia-Occidente: uno scontro di civiltà?   di Bruno Guigue Russia-Occidente: uno scontro di civiltà?

Russia-Occidente: uno scontro di civiltà?

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

Avete capito chi stiamo addestrando a Sabaudia? di Alberto Fazolo Avete capito chi stiamo addestrando a Sabaudia?

Avete capito chi stiamo addestrando a Sabaudia?

La giunta PD di Bologna mette al bando la parola "patriota" di Antonio Di Siena La giunta PD di Bologna mette al bando la parola "patriota"

La giunta PD di Bologna mette al bando la parola "patriota"

La Costituzione è morta. Viva la Costituzione! di Gilberto Trombetta La Costituzione è morta. Viva la Costituzione!

La Costituzione è morta. Viva la Costituzione!

Un caffè con Gianni per capire cosa sia l'informazione libera di Michelangelo Severgnini Un caffè con Gianni per capire cosa sia l'informazione libera

Un caffè con Gianni per capire cosa sia l'informazione libera

Il salario reale in Cina cresce (da noi crolla) di Pasquale Cicalese Il salario reale in Cina cresce (da noi crolla)

Il salario reale in Cina cresce (da noi crolla)

Giacarta può essere sconfitta? di Federico Greco Giacarta può essere sconfitta?

Giacarta può essere sconfitta?

Gorbachev: ritorno alla terra di Daniele Lanza Gorbachev: ritorno alla terra

Gorbachev: ritorno alla terra

Scuola: 3 giorni di sciopero... ma in California! di  Leo Essen Scuola: 3 giorni di sciopero... ma in California!

Scuola: 3 giorni di sciopero... ma in California!

La Cgil dal consociativismo al governismo di Paolo Pioppi La Cgil dal consociativismo al governismo

La Cgil dal consociativismo al governismo

Andrew Doyle. I buoni, i cattivi e la libertà di parola di Damiano Mazzotti Andrew Doyle. I buoni, i cattivi e la libertà di parola

Andrew Doyle. I buoni, i cattivi e la libertà di parola