Contro il Franco CFA, paesi dell'Africa occidentale lanciano Eco

Contro il Franco CFA, paesi dell'Africa occidentale lanciano Eco

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

 

I membri della Comunità economica degli Stati dell'Africa occidentale inizialmente miravano ad abbandonare le loro valute nel 2020. Tuttavia, la pandemia ha interrotto i loro piani, rimandando l'introduzione della moneta unica.

I 15 membri della Comunità economica degli Stati dell'Africa occidentale, o ECOWAS, adesso hanno avviato il processo di adozione di una moneta comune, prevedendone il lancio nel 2027.

I capi di stato dei paesi del blocco hanno concordato una nuova tabella di marcia per inaugurare il cosiddetto Eco, il nome scelto per la nuova valuta, al vertice tenutosi ieri in Ghana, nella speranza che possa contribuire a stimolare la crescita economica e rafforzare il commercio. 

“A causa dello shock della pandemia, i capi di Stato avevano deciso di sospendere l'attuazione del patto di convergenza nel 2020-2021. Abbiamo una nuova road map e un nuovo patto di convergenza che coprirà il periodo 2022-2026 e il 2027 sarà il lancio dell'Eco", ha detto ai giornalisti Jean-Claude Kassi Brou, presidente della Commissione ECOWAS, dopo il vertice.

ECOWAS, con sede ad Abuja, Nigeria, comprende 15 nazioni dell'Africa occidentale. I piani per l'introduzione di una moneta comune sono in lavorazione almeno dal 2000, quando è stata ufficialmente costituita la Zona monetaria dell'Africa occidentale.

Attualmente, sette membri dell'ECOWAS hanno le proprie valute , mentre i restanti otto paesi utilizzano il franco CFA dell'Africa occidentale, ancorato all'euro e garantito dal Tesoro francese. 

Uno degli obiettivi dell'Eco è quello di aiutare le nazioni francofone dell'Africa occidentale a raggiungere l'indipendenza fiscale e monetaria dalla Francia.

La Redazione de l'AntiDiplomatico

La Redazione de l'AntiDiplomatico

L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa. Per ogni informazione, richiesta, consiglio e critica: info@lantidiplomatico.it

Proporzionale puro. La prima lotta politica da cui ripartire di Francesco Erspamer  Proporzionale puro. La prima lotta politica da cui ripartire

Proporzionale puro. La prima lotta politica da cui ripartire

Oggi Alitalia chiude. 10000 licenziamenti, un massacro sociale di Giorgio Cremaschi Oggi Alitalia chiude. 10000 licenziamenti, un massacro sociale

Oggi Alitalia chiude. 10000 licenziamenti, un massacro sociale

Il gioco delle tre carte sulle scadenze dei vaccini Pfizer di Francesco Santoianni Il gioco delle tre carte sulle scadenze dei vaccini Pfizer

Il gioco delle tre carte sulle scadenze dei vaccini Pfizer

Per me questa è resistenza di Savino Balzano Per me questa è resistenza

Per me questa è resistenza

Caffè: i prezzi andranno alle stelle di  Leo Essen Caffè: i prezzi andranno alle stelle

Caffè: i prezzi andranno alle stelle

In Cina i salari crescono più del Pil di Pasquale Cicalese In Cina i salari crescono più del Pil

In Cina i salari crescono più del Pil

Il Nodo gordiano dei Taleban Il Nodo gordiano dei Taleban

Il Nodo gordiano dei Taleban

Euro e Unione Europea. Draghi passa alla devozione mistica di Antonio Di Siena Euro e Unione Europea. Draghi passa alla devozione mistica

Euro e Unione Europea. Draghi passa alla devozione mistica

"Avanzi primari". Inizia la fase 2 del Recovery Fund di Gilberto Trombetta "Avanzi primari". Inizia la fase 2 del Recovery Fund

"Avanzi primari". Inizia la fase 2 del Recovery Fund

I migranti in Libia: “Riportateci a casa” di Michelangelo Severgnini I migranti in Libia: “Riportateci a casa”

I migranti in Libia: “Riportateci a casa”

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti