Crollo Fondo Archegos. Panico tra le banche mondiali e perdite di 6 miliardi di dollari

Crollo Fondo Archegos. Panico tra le banche mondiali e perdite di 6 miliardi di dollari

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

 

Le banche mondiali potrebbero perdere oltre 6 miliardi di dollari a causa della caduta della società di investimento statunitense Archegos Capital, hanno riferito fonti all'Agenzia Reuters.

Le autorità di regolamentazione stanno monitorando attentamente la situazione mentre si diffonde il panico sulla possibile portata della ricaduta.

L'improvvisa liquidazione dell'Archegos Capital Management del miliardario newyorkese Bill Hwang ha innescato una svendita di asset per oltre 20 miliardi di dollari che ha portato alcune delle più grandi banche di investimento del mondo a sostenere miliardi di dollari di perdite.

Secondo l'investitore e miliardario Mike Novogratz, il crollo del fondo Archegos di Hwang potrebbe rivelarsi "la più spettacolare perdita di ricchezza personale della storia".

I problemi sono iniziati la scorsa settimana quando una deludente vendita di azioni da parte del gigante dei media ViacomCBS ha innescato devastanti richieste di margini bancarie per Archegos, hanno riferito tre persone che hanno familiarità con la questione.

Mercoledì scorso le azioni di ViacomCBS sono crollate del 23% dopo che la società di media ha venduto azioni a un prezzo che ne ha diluito il valore. 

Le azioni hanno continuato a diminuire, facendo scattare un campanello d'allarme per i primi broker di Archegos spingendoli a scaricare le azioni in tutti gli investimenti di Archegos.

Secondo le fonti, venerdì scorso Goldman Sachs e Morgan Stanley si sono affrettati a scaricare le azioni, prevenendo un impatto finanziario sostanziale.

Nel frattempo, le banche di investimento Nomura e Credit Suisse hanno avvertito gli investitori che stavano affrontando enormi perdite a causa della loro esposizione ad Archegos. 

Le azioni della giapponese Nomura sono crollate del 16% e Credit Suisse del 14% a causa delle speculazioni degli analisti su quanto denaro potrebbero perdere.

Nomura ha già avvertito di dover affrontare una possibile perdita di $ 2 miliardi, mentre Credit Suisse ha affermato che le sue perdite sarebbero "altamente significative e significative". 

Gli analisti stimano che le perdite della banca svizzera potrebbero ammontare a 4 miliardi di dollari.

In una dichiarazione, il Credit Suisse ha affermato che "un importante hedge fund con sede negli Stati Uniti è andato in default per le richieste di margini effettuate la scorsa settimana", e ciò significava che esso e altre banche sono state costrette a "uscire da queste posizioni".

Deutsche Bank ha annunciato di aver ridotto in modo significativo la propria esposizione ad Archegos senza incorrere in perdite e di aver ridotto le sue "posizioni di clienti rimanenti immateriali", sulle quali non si aspettava di subire una perdita.

La US Securities and Exchange Commission ieri ha comunicato di aver "monitorato la situazione e comunicato con gli operatori di mercato dalla scorsa settimana" mentre si diffondeva il panico sulla possibile portata delle ricadute della liquidazione forzata del fondo di Hwang. Anche le autorità di regolamentazione nel Regno Unito, in Svizzera e in Giappone hanno affermato di seguire gli sviluppi. 

Gli investitori stanno nel frattempo sollevando la preoccupazione che il pieno impatto del problema di Archegos non sia stato realizzato. 

Gli osservatori di mercato hanno ricordato che solo a febbraio, gli hedge fund hanno subito perdite importanti sulle posizioni corte durante la corsa al titolo GameStop. Anche la riduzione della leva finanziaria degli hedge fund ha contribuito alle turbolenze nel mercato dei Treasury USA a marzo 2020.

 

Potrebbe anche interessarti

Francesco Erspamer - Vittoria di Meloni? Successo di Schlein? di Francesco Erspamer  Francesco Erspamer - Vittoria di Meloni? Successo di Schlein?

Francesco Erspamer - Vittoria di Meloni? Successo di Schlein?

Sostegno a Maduro al campeggio antimperialista a Frassanito di Geraldina Colotti Sostegno a Maduro al campeggio antimperialista a Frassanito

Sostegno a Maduro al campeggio antimperialista a Frassanito

La corsa (imperterrita) dell'occidente verso l'Apocalisse di Clara Statello La corsa (imperterrita) dell'occidente verso l'Apocalisse

La corsa (imperterrita) dell'occidente verso l'Apocalisse

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi di Giovanna Nigi "11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

Israele arranca – Salvo Ardizzone di Giacomo Gabellini Israele arranca – Salvo Ardizzone

Israele arranca – Salvo Ardizzone

Le sanzioni alla Borsa di Mosca e il futuro dei Brics di Marinella Mondaini Le sanzioni alla Borsa di Mosca e il futuro dei Brics

Le sanzioni alla Borsa di Mosca e il futuro dei Brics

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia di Alberto Fazolo Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Un establishment a corto di credibilità di Giuseppe Giannini Un establishment a corto di credibilità

Un establishment a corto di credibilità

"L'URLO DAY": IL 25 GIUGNO A ROMA AL TEATRO FLAVIO (COMUNICATO) di Michelangelo Severgnini "L'URLO DAY": IL 25 GIUGNO A ROMA AL TEATRO FLAVIO (COMUNICATO)

"L'URLO DAY": IL 25 GIUGNO A ROMA AL TEATRO FLAVIO (COMUNICATO)

La foglia di Fico di  Leo Essen La foglia di Fico

La foglia di Fico

Lenin fuori dalla retorica di Paolo Pioppi Lenin fuori dalla retorica

Lenin fuori dalla retorica

Piketty e le conseguenze economiche dell'ineguaglianza di Michele Blanco Piketty e le conseguenze economiche dell'ineguaglianza

Piketty e le conseguenze economiche dell'ineguaglianza

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti