Ex capo della NATO: Il cancelliere tedesco “non sembra un leader”

Ex capo della NATO: Il cancelliere tedesco “non sembra un leader”

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

 

La Germania ha bisogno di un leader più forte, poiché il Cancelliere Olaf Scholz è troppo lento e timido, secondo l’ex Primo Ministro danese e Segretario generale della NATO Anders Fogh Rasmussen. Ha anche esortato il blocco guidato dagli Stati Uniti ad ammettere immediatamente Kiev.

Rasmussen è stato primo ministro danese dal 2001 al 2009 e capo della NATO fino al 2014, supervisionando la disastrosa campagna in Libia e non riuscendo a integrare la Russia nei suoi piani di “difesa missilistica”. Da allora ha creato una ONG chiamata Fondazione Alleanza delle Democrazie ed è diventato consigliere del governo ucraino. 

“Abbiamo bisogno di capi di Stato che agiscano con decisione. In tempo di guerra non si può guidare seguendo l’opinione pubblica. Abbiamo bisogno di un governo tedesco molto più deciso", ha dichiarato Rasmussen al quotidiano svizzero Neue Zuercher Zeitung (NZZ) in un'intervista pubblicata lunedì scorso.

“Il cancelliere Scholz è troppo lento, troppo titubante. Non sembra un leader. Questo è anche il motivo per cui alla Germania non viene riconosciuto il merito di aver fornito all’Ucraina il maggior sostegno finanziario dopo gli Stati Uniti. Scholz dovrebbe agire in modo molto più offensivo", ha aggiunto.

 

La Redazione de l'AntiDiplomatico

La Redazione de l'AntiDiplomatico

L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa. Per ogni informazione, richiesta, consiglio e critica: info@lantidiplomatico.it

Una rosa bianca in onore di José Martí di Geraldina Colotti Una rosa bianca in onore di José Martí

Una rosa bianca in onore di José Martí

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi di Giovanna Nigi "11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

 COSA PREVEDE LA RIFORMA DELLA LEGGE SOCIETARIA IN CINA di Leonardo Sinigaglia  COSA PREVEDE LA RIFORMA DELLA LEGGE SOCIETARIA IN CINA

COSA PREVEDE LA RIFORMA DELLA LEGGE SOCIETARIA IN CINA

Armi ad Israele: a che gioco sta giocando Washington? di Giacomo Gabellini Armi ad Israele: a che gioco sta giocando Washington?

Armi ad Israele: a che gioco sta giocando Washington?

FT - Nell'UE si teme ora "l'effetto Fico" di Marinella Mondaini FT - Nell'UE si teme ora "l'effetto Fico"

FT - Nell'UE si teme ora "l'effetto Fico"

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia di Alberto Fazolo Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

La violenza del capitale di Giuseppe Giannini La violenza del capitale

La violenza del capitale

Toti e quei reati "a fin di bene" di Antonio Di Siena Toti e quei reati "a fin di bene"

Toti e quei reati "a fin di bene"

Mercato "libero" e vincolo interno: uno studio di Assoutenti di Gilberto Trombetta Mercato "libero" e vincolo interno: uno studio di Assoutenti

Mercato "libero" e vincolo interno: uno studio di Assoutenti

Gli ultimi dati del commercio estero cinese di Pasquale Cicalese Gli ultimi dati del commercio estero cinese

Gli ultimi dati del commercio estero cinese

La foglia di Fico di  Leo Essen La foglia di Fico

La foglia di Fico

Lenin fuori dalla retorica di Paolo Pioppi Lenin fuori dalla retorica

Lenin fuori dalla retorica

Gaza (e Cisgiordania), tra massacri e doppi standard di Paolo Arigotti Gaza (e Cisgiordania), tra massacri e doppi standard

Gaza (e Cisgiordania), tra massacri e doppi standard

Thomas Piketty e il capitalismo finanziario di Michele Blanco Thomas Piketty e il capitalismo finanziario

Thomas Piketty e il capitalismo finanziario

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti