Ex ufficiale Marines, Scott Ritter: La NATO è una pillola suicida per il mondo. Pregate che la Russia vinca

Ex ufficiale Marines, Scott Ritter: La NATO è una pillola suicida per il mondo. Pregate che la Russia vinca

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

 

di Strategic-Culture

L'ex ufficiale del Corpo dei Marines Scott Ritter ritiene che l'alleanza militare NATO guidata dagli Stati Uniti stia guidando la guerra in Ucraina con l'obiettivo finale di sconfiggere la Russia.

Il conflitto non riguarda la difesa dell'Ucraina, come ci direbbero i media occidentali, ma riguarda ed è sempre stata la sconfitta della Russia.

La NATO è già ora in una guerra diretta con la Russia e ha tutto il diritto di colpire obiettivi in ??paesi della NATO come la Germania e la Polonia che fungono da centri logistici nella fornitura di munizioni all'Ucraina.

Washington e i suoi alleati della NATO stanno incautamente alzando la posta in gioco della vittoria o della sconfitta militare, piuttosto che cercare di trovare una soluzione diplomatica e politica a un conflitto di lunga data. L'Ucraina viene insensibilmente sfruttata come proxy per la guerra della NATO alla Russia guidata dagli Stati Uniti.

Come sottolinea Ritter, la NATO è una pillola suicida per il mondo. Se il suo obiettivo procede, il risultato sarà una guerra generale a tutto campo con la Russia che diventerà nucleare, il che significa la distruzione del pianeta.

Ecco perché, sostiene Ritter, ogni persona amante della pace, indipendentemente dalla nazionalità, dovrebbe pregare affinché la Russia vinca questo conflitto in Ucraina e sconfigga l'agenda della NATO. I piani di guerra della NATO sono stati seminati anni fa con il colpo di stato a Kiev nel 2014 e l'armamento delle forze neonaziste ucraine. Il massimo comandante ucraino Valery Zaluzhny è un devoto del collaboratore nazista della Seconda guerra mondiale e assassino di massa Stepan Bandera. Questo è quello con cui gli americani e gli europei stanno ora collaborando nel portare avanti i loro piani di guerra contro la Russia.

Fortunatamente, prevede Ritter, la Russia vincerà la guerra. Questo è uno scenario da incubo per le potenze occidentali guidate dagli Stati Uniti che hanno investito così tanto nella guerra; eppure, rischiano di subire una sconfitta storica.

Ma dovrebbe essere ampiamente compreso che sono gli Stati Uniti ei loro alleati che stanno spingendo il mondo sull'orlo del disastro.

(Traduzione de l'AD)

 

Francesco Erspamer - Vittoria di Meloni? Successo di Schlein? di Francesco Erspamer  Francesco Erspamer - Vittoria di Meloni? Successo di Schlein?

Francesco Erspamer - Vittoria di Meloni? Successo di Schlein?

Sostegno a Maduro al campeggio antimperialista a Frassanito di Geraldina Colotti Sostegno a Maduro al campeggio antimperialista a Frassanito

Sostegno a Maduro al campeggio antimperialista a Frassanito

La corsa (imperterrita) dell'occidente verso l'Apocalisse di Clara Statello La corsa (imperterrita) dell'occidente verso l'Apocalisse

La corsa (imperterrita) dell'occidente verso l'Apocalisse

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi di Giovanna Nigi "11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

Israele arranca – Salvo Ardizzone di Giacomo Gabellini Israele arranca – Salvo Ardizzone

Israele arranca – Salvo Ardizzone

Le sanzioni alla Borsa di Mosca e il futuro dei Brics di Marinella Mondaini Le sanzioni alla Borsa di Mosca e il futuro dei Brics

Le sanzioni alla Borsa di Mosca e il futuro dei Brics

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia di Alberto Fazolo Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Un establishment a corto di credibilità di Giuseppe Giannini Un establishment a corto di credibilità

Un establishment a corto di credibilità

"L'URLO DAY": IL 25 GIUGNO A ROMA AL TEATRO FLAVIO (COMUNICATO) di Michelangelo Severgnini "L'URLO DAY": IL 25 GIUGNO A ROMA AL TEATRO FLAVIO (COMUNICATO)

"L'URLO DAY": IL 25 GIUGNO A ROMA AL TEATRO FLAVIO (COMUNICATO)

La foglia di Fico di  Leo Essen La foglia di Fico

La foglia di Fico

Lenin fuori dalla retorica di Paolo Pioppi Lenin fuori dalla retorica

Lenin fuori dalla retorica

Piketty e le conseguenze economiche dell'ineguaglianza di Michele Blanco Piketty e le conseguenze economiche dell'ineguaglianza

Piketty e le conseguenze economiche dell'ineguaglianza

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti