Golpe in Venezuela, il silenzio di De Magistris e l'apatia della "sinistra antagonista"

Golpe in Venezuela, il silenzio di De Magistris e l'apatia della "sinistra antagonista"

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!



Ma com’è che, praticamente, nessuno si sta mobilitando contro il golpe in Venezuela? Certo, gli articoli non mancano, ad esempio questo o questo; il problema è che quando si tratta di impegnarsi affinché qualcuno scenda in piazza, si direbbe che le forze vengano meno. E c’è anche chi, a “sinistra” decide, addirittura, di non pronunciarsi, nemmeno, contro il golpe. Il caso più inquietante è quello di de Magistris che dopo essere stato il cantore del Madurismo, al momento, non ha scritto neanche un tweet o un post Facebook contro un golpe che, in altri tempi avrebbe garantito una delibera del Consiglio comunale e, forse, la cittadinanza onoraria per Maduro. Ma oggi, con DEMA che si imbarca con Potere al Popolo per partecipare alle elezioni europee, meglio soprassedere su questioni che potrebbero turbare la “sensibilità” di tanti della “sinistra antagonista”.



Perché è proprio questo il nocciolo della questione. Ridottasi a fare soltanto coreografia alle iniziative di Salvini - e alimentando così la più potente arma di distrazione di massa – la quasi totalità dei tanti No Borders, ammaliata dall’antistatalismo delle ONG, si direbbe disinteressata alle sorte degli stati, dalla Libia, alla Siria al Venezuela…  Stati considerati, ormai, una entità superata. Peccato perché di fronte ad un Salvini che si accoda alla richiesta filogolpista di Francia, Germania e Spagna per defenestrare Maduro, scendere in piazza per il Venezuela avrebbe potuto essere una occasione formidabile per smascherare (come ha fatto finora solo di Battista) un “sovranismo” che non è altro che non la servile accettazione alle direttive dell’imperialismo.

Poi ci sarebbe da denunciare l’abominevole posizione della CGIL. Ma sulle attuali posizioni della “sinistra” c’è già un videoclip
 



Francesco Santoianni
 
 
 

Strage di Suviana e la logica del capitalismo di Paolo Desogus Strage di Suviana e la logica del capitalismo

Strage di Suviana e la logica del capitalismo

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA" LAD EDIZIONI 3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

Trent’anni fa, il genocidio in Ruanda di Geraldina Colotti Trent’anni fa, il genocidio in Ruanda

Trent’anni fa, il genocidio in Ruanda

La fine dell'impunità di Israele di Clara Statello La fine dell'impunità di Israele

La fine dell'impunità di Israele

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi di Giovanna Nigi "11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

Lenin, un patriota russo di Leonardo Sinigaglia Lenin, un patriota russo

Lenin, un patriota russo

Il PD e M5S votano per la guerra nel Mar Rosso di Giorgio Cremaschi Il PD e M5S votano per la guerra nel Mar Rosso

Il PD e M5S votano per la guerra nel Mar Rosso

Il caso "scientifico" dell'uomo vaccinato 217 volte di Francesco Santoianni Il caso "scientifico" dell'uomo vaccinato 217 volte

Il caso "scientifico" dell'uomo vaccinato 217 volte

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia di Alberto Fazolo Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Difendere l'indifendibile (I partiti e le elezioni) di Giuseppe Giannini Difendere l'indifendibile (I partiti e le elezioni)

Difendere l'indifendibile (I partiti e le elezioni)

Autonomia differenziata e falsa sinistra di Antonio Di Siena Autonomia differenziata e falsa sinistra

Autonomia differenziata e falsa sinistra

L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE di Gilberto Trombetta L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE

L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE

Togg fii: l’Africa è un posto dove restare di Michelangelo Severgnini Togg fii: l’Africa è un posto dove restare

Togg fii: l’Africa è un posto dove restare

Lenin fuori dalla retorica di Paolo Pioppi Lenin fuori dalla retorica

Lenin fuori dalla retorica

Il nodo Israele fa scomparire l'Ucraina dai radar di Paolo Arigotti Il nodo Israele fa scomparire l'Ucraina dai radar

Il nodo Israele fa scomparire l'Ucraina dai radar

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti