I PIIGS non sono più una minaccia per la zona euro: è il momento dei FIG

I PIIGS non sono più una minaccia per la zona euro: è il momento dei FIG

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

 La Grecia è uno dei motivi per cui la zona euro potrebbe implodere. La minaccia è reale nonostante le molte crisi che sia la Grecia che l'Eurozona hanno già vissuto. Tuttavia, la Grecia non è sola. Francia e Italia rappresentano una minaccia per la zona euro. Il tempo dei PIIGS è finito da un pezzo. Ora è il momento dei FIG.



Come può la Grecia rompere la zona euro? Questo avverrà quando la Grecia dirà al mondo "non ce la faccio più".

Negli scenari descritti da Bloomberg, questo accadrà quando:

? con i creditori che chiedono ulteriori tagli alle pensioni, il governo del primo ministro Alexis Tsipras indice elezioni anticipate, dicendo che niente di tutto questo era parte dell'accordo di salvataggio concordato per il 2015.

? la mossa di Tsipras lo aiuta a recuperare la fiducia dei suoi elettori e vincerà le elezioni con la promessa esplicita di abbandonare l'austerità.

? Gli altri governi della zona euro adottaeranno una linea più dura sulla Grecia, Tspiras godrà di poca simpatia all'estero.

? Il default di Atene s spinge la BCE a staccare la spina alle sue banche

? I depositi sono ridenominati in cambiali, una forma di IOU, le imprese e il governo sono costretti nel baratto di beni e servizi, mentre una nuova moneta viene stampata.

? Questo spiana la strada per l'uscita della Grecia dalla zona euro.

Tuttavia nell'articolo di Bloomberg, la Grecia è solo il terzo scenario che potrebbe portare alla rottura dell'eurozona

Il nemico numero uno dell'euro è Marine Le Pen nel caso vincesse le elezioni in Francia.

Il secondo è il crescente euroscetticismo in Italia.

Lo scenario greco ha il 50% di probabilità di materializzarsi.

"Questa implosione della zona euro si sta avvicinando. I più vulnerabili sono l'Italia, la Francia, il Portogallo e la Grecia. Mi aspetto una di essere andato nel tempo di 18 mesi. Non ci sarà nessun avvertimento o negoziati ". -Jim Mellon, presidente del gruppo Burnbrae

 Le probabilità dello scenario francese sono al 15% e al 30% quelle dello scenario italiano ..

 

L'agenda Draghi-Meloni di Giorgio Cremaschi L'agenda Draghi-Meloni

L'agenda Draghi-Meloni

21 settembre. Il discorso integrale di Vladimir Putin in italiano di Marinella Mondaini 21 settembre. Il discorso integrale di Vladimir Putin in italiano

21 settembre. Il discorso integrale di Vladimir Putin in italiano

Gli aiuti non sono per il popolo ucraino di Alberto Fazolo Gli aiuti non sono per il popolo ucraino

Gli aiuti non sono per il popolo ucraino

Draghi o non Draghi, resta la gabbia dell'eurozona di Thomas Fazi Draghi o non Draghi, resta la gabbia dell'eurozona

Draghi o non Draghi, resta la gabbia dell'eurozona

Dal Covid alle guerre Nato: Figliuolo "premiato" a Tripoli di Michelangelo Severgnini Dal Covid alle guerre Nato: Figliuolo "premiato" a Tripoli

Dal Covid alle guerre Nato: Figliuolo "premiato" a Tripoli

Von Der Leyen e le elezioni italiane di Pasquale Cicalese Von Der Leyen e le elezioni italiane

Von Der Leyen e le elezioni italiane

Sulla Denazificazione dell'Ucraina di Daniele Lanza Sulla Denazificazione dell'Ucraina

Sulla Denazificazione dell'Ucraina

I 25 anni di Google e il potere "ipnotico" di YouTube di  Leo Essen I 25 anni di Google e il potere "ipnotico" di YouTube

I 25 anni di Google e il potere "ipnotico" di YouTube

Populismo terminale. La dispersione della sinistra e della destra di Damiano Mazzotti Populismo terminale. La dispersione della sinistra e della destra

Populismo terminale. La dispersione della sinistra e della destra

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti