Il figlio di Gheddafi si candida alla presidenza della Libia

Il figlio di Gheddafi si candida alla presidenza della Libia

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

 

Seif al-Islam Gheddafi, uno dei figli dell'ex leader libico Muammar Gheddafi, ha presentato la sua candidatura alle elezioni presidenziali del 24 dicembre, ha dichiarato un rappresentante dell'Alta Commissione elettorale (HNEC). Le fotografie dell'AFP mostrano il contendente alla presidenza, vestito con un costume tradizionale e un turbante, mentre firma documenti in un edificio ufficiale a Sebha, una cittadina nel sud del Paese. "Il candidato Seif al-Islam Mouammar Gheddafi ha presentato la sua candidatura alla presidenza dello Stato libico", ha annunciato un mese dopo l'organismo che organizza le elezioni, nonché il legislativo. "Ha presentato i documenti della sua candidatura all'ufficio dell'HNEC di Sebha, completando così tutte le condizioni legali richieste dalla legge numero uno relativa all'elezione del capo di stato, adottata dal Parlamento".

Secondo la commissione elettorale, anche Seif al-Islam Ghedhafi, 49 anni, ha ricevuto la sua tessera elettorale da un seggio a Sebha.

Di conseguenza, sarà uno dei candidati presidenziali più noti nel paese che suo padre, deposto e ucciso nel 2011, ha guidato per 42 anni.

Tra i contendenti alla presidenza ci sono anche il maresciallo Khalifa Haftar, le cui forze controllano l'est e il sud del Paese, il primo ministro Abdel Hamid Dbeibah e il presidente del Parlamento Aguila Saleh. Catturato nel novembre 2011 da un gruppo armato a Zenten (nord-ovest della Libia) poco dopo l'assassinio di suo padre, Seif al-Islam Gheddafi fu condannato a morte nel 2015 dopo un processo sommario. Il gruppo che lo ha tenuto prigioniero si è rifiutato di consegnarlo alle autorità libiche o alla Corte penale internazionale, che nel 2011 ha emesso un mandato di cattura internazionale contro di lui con l'accusa di “crimini contro l'umanità”.

Seif al-Islam Gheddafi è stato rilasciato nel 2017. Lo scorso luglio, in un'intervista al New York Times, espresse il desiderio di concorrere alle elezioni presidenziali per "ripristinare l'unità perduta" della Libia. Il suo paese ha vissuto anni di guerra civile e disordini politici a seguito dell'intervento guidato dalla NATO nel 2011. Il paese è lacerato da una guerra civile tra il governo di accordo nazionale con sede a Tripoli (riconosciuto dalla comunità internazionale) e il maresciallo Khalifa Haftar.

La Redazione de l'AntiDiplomatico

La Redazione de l'AntiDiplomatico

L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa. Per ogni informazione, richiesta, consiglio e critica: info@lantidiplomatico.it

L'agenda Draghi-Meloni di Giorgio Cremaschi L'agenda Draghi-Meloni

L'agenda Draghi-Meloni

Combattere l'imperialismo significa nominarlo (e smascherarlo)   di Bruno Guigue Combattere l'imperialismo significa nominarlo (e smascherarlo)

Combattere l'imperialismo significa nominarlo (e smascherarlo)

28 OTTOBRE 2022: APPELLO PER UN SECOLO ANTIFASCISTA di Alberto Fazolo 28 OTTOBRE 2022: APPELLO PER UN SECOLO ANTIFASCISTA

28 OTTOBRE 2022: APPELLO PER UN SECOLO ANTIFASCISTA

Torna a salire la tensione tra Grecia e Turchia di Antonio Di Siena Torna a salire la tensione tra Grecia e Turchia

Torna a salire la tensione tra Grecia e Turchia

Il sabotaggio Usa dei Nord Stream e la guerra per l'Artico di Gilberto Trombetta Il sabotaggio Usa dei Nord Stream e la guerra per l'Artico

Il sabotaggio Usa dei Nord Stream e la guerra per l'Artico

Draghi o non Draghi, resta la gabbia dell'eurozona di Thomas Fazi Draghi o non Draghi, resta la gabbia dell'eurozona

Draghi o non Draghi, resta la gabbia dell'eurozona

Digitalizzazione? Gli economisti e la "variabile" energia di Giuseppe Masala Digitalizzazione? Gli economisti e la "variabile" energia

Digitalizzazione? Gli economisti e la "variabile" energia

Gorbachev: ritorno alla terra di Daniele Lanza Gorbachev: ritorno alla terra

Gorbachev: ritorno alla terra

I 25 anni di Google e il potere "ipnotico" di YouTube di  Leo Essen I 25 anni di Google e il potere "ipnotico" di YouTube

I 25 anni di Google e il potere "ipnotico" di YouTube

Populismo terminale. La dispersione della sinistra e della destra di Damiano Mazzotti Populismo terminale. La dispersione della sinistra e della destra

Populismo terminale. La dispersione della sinistra e della destra

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti