Il governatore della Banca Centrale francese considera l'idea di stampare denaro per realizzare il cosiddetto ‘helicopter money’

Il governatore della Banca Centrale francese considera l'idea di stampare denaro per realizzare il cosiddetto ‘helicopter money’

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

 

La pandemia di coronavirus provocherà una crisi economica molto profonda. Ingenti saranno i fondi necessari a fronteggiarla per il meglio. Il governatore della Banca Centrale di Francia, François Villeroy de Galhau - secondo quanto riporta il Financial Times - ha prospettato l’idea di stampare denaro e darlo direttamente alle aziende, affermando che tali misure potrebbero essere concepibili se necessario per combattere una grave deflazione. 

 

François Villeroy de Galhau, che è anche membro del consiglio direttivo della Banca Centrale Europea, ha dichiarato in un discorso tenuto mercoledì che se ci fosse "un grave rischio per la stabilità dei prezzi", sarebbe possibile considerare che una "banca centrale creerebbe denaro su una base duratura per finanziare direttamente le imprese”, realizzando così l’ormai famigerato ‘helicopter money’ che vari paesi hanno preso in considerazione o stanno per realizzare come Stati Uniti ed Hong Kong. 

 

Mentre la BCE ha aumentato enormemente i suoi acquisti di obbligazioni sovrane e societarie in risposta alla crisi del coronavirus, ha evitato di discutere la possibilità di "helicopter drops" che consegnano il denaro della banca centrale direttamente alle imprese o agli individui. L'idea probabilmente incontrerà la resistenza di membri più conservatori del consiglio direttivo della BCE, come il capo della Bundesbank tedesca Jens Weidmann, che in precedenza si sono lamentati del fatto che offusca il confine tra politica monetaria e fiscale.

 

Villeroy ha affermato che il recente calo dell'inflazione - che recentemente è sceso allo 0,7 per cento nella zona euro, molto al di sotto dell'obiettivo della BCE di quasi il 2 per cento - "alimenta un pensiero molto più speculativo e complesso sulla politica monetaria post-crisi".

 

La mossa di Villeroy è arrivata dopo che la BCE ha fornito gran parte della risposta iniziale della zona euro alla recessione economica avviando un programma di acquisto di obbligazioni da 750 miliardi di euro, mentre i politici dell'UE continuano a litigare su quali azioni comuni intraprendere. Con i paesi del nord, Germania e Olanda in testa, che si oppongo a qualsiasi ipotesi di mutualizzazione del debito così come al lancio di eurobond. 

 

Potrebbe anche interessarti

Strage di Suviana e la logica del capitalismo di Paolo Desogus Strage di Suviana e la logica del capitalismo

Strage di Suviana e la logica del capitalismo

Tra neoliberismo e NATO: l'Argentina sull'orlo dell'abisso di Fabrizio Verde Tra neoliberismo e NATO: l'Argentina sull'orlo dell'abisso

Tra neoliberismo e NATO: l'Argentina sull'orlo dell'abisso

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA" LAD EDIZIONI 3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

Trent’anni fa, il genocidio in Ruanda di Geraldina Colotti Trent’anni fa, il genocidio in Ruanda

Trent’anni fa, il genocidio in Ruanda

La fine dell'impunità di Israele di Clara Statello La fine dell'impunità di Israele

La fine dell'impunità di Israele

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi di Giovanna Nigi "11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

Lenin, un patriota russo di Leonardo Sinigaglia Lenin, un patriota russo

Lenin, un patriota russo

Il PD e M5S votano per la guerra nel Mar Rosso di Giorgio Cremaschi Il PD e M5S votano per la guerra nel Mar Rosso

Il PD e M5S votano per la guerra nel Mar Rosso

Il caso "scientifico" dell'uomo vaccinato 217 volte di Francesco Santoianni Il caso "scientifico" dell'uomo vaccinato 217 volte

Il caso "scientifico" dell'uomo vaccinato 217 volte

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia di Alberto Fazolo Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Liberal-Autocrazie di Giuseppe Giannini Liberal-Autocrazie

Liberal-Autocrazie

Autonomia differenziata e falsa sinistra di Antonio Di Siena Autonomia differenziata e falsa sinistra

Autonomia differenziata e falsa sinistra

L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE di Gilberto Trombetta L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE

L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE

Togg fii: l’Africa è un posto dove restare di Michelangelo Severgnini Togg fii: l’Africa è un posto dove restare

Togg fii: l’Africa è un posto dove restare

Il primo dei poveri di Pasquale Cicalese Il primo dei poveri

Il primo dei poveri

Lenin fuori dalla retorica di Paolo Pioppi Lenin fuori dalla retorica

Lenin fuori dalla retorica

La crisi nel Corno d’Africa di Paolo Arigotti La crisi nel Corno d’Africa

La crisi nel Corno d’Africa

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti