/ Il licenziamento di Bolton dimostra che la politica di Trump non ...

Il licenziamento di Bolton dimostra che la politica di Trump non ha piani

 

Il licenziamento di John Bolton dimostra ancora una volta che Donald Trump non ha piani nelle sue politiche e che č limitato ai reality show, secondo la CNN.


“Il licenziamento di Bolton è semplicemente l'ultimo esempio della natura completamente fortuita della presidenza del (presidente degli Stati Uniti Donald) Trump. Non esiste una strategia più ampia. Non ci sono piani. C'è solo Donald Trump, che produce e recita in un reality show che inizia ogni mattina”, si legge in un articolo della CNN.
 
Martedì scorso il presidente degli Stati Uniti ha annunciato di aver richiesto le dimissioni del suo consigliere per la sicurezza John Bolton, noto per le sue tendenze di guerra, a causa delle discrepanze tra i due su questioni di grande importanza a livello internazionale.
 
Come notato nell'articolo, il licenziamento di Bolton è stato causato da un "puro capriccio" di Trump ed è la prova di come l'inquilino della Casa Bianca "faccia solo cose e poi cerchi di applicare il reverse engineering a qualche tipo di piano".
 
Il testo evidenzia il modo straordinariamente incredibile in cui Trump dirige il governo degli Stati Uniti.
“Non c'è luce guida, non c'è niente. C'è solo Trump e i suoi capricci. "
 
Il presidente degli Stati Uniti ha scelto di pubblicare un messaggio da Twitter - il suo solito modo di far conoscere le sue decisioni importanti - per annunciare il licenziamento di Bolton, cosa che ha fatto senza preavviso.
 
Allo stesso proposito, il rapporto della CNN sottolinea il fatto che i funzionari della Casa Bianca non erano a conoscenza della decisione di Trump su Bolton, fatto che ha dimostrato come il licenziamento dell'ex consigliere ultra conservatore non è stato niente di "più che un atto impulsivo".
 
Notizia del:
Notizia del:
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa