Il "miracolo Israele" è finito: imposta d'urgenza la terza dose

Il "miracolo Israele" è finito: imposta d'urgenza la terza dose

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

«Se sono trascorsi cinque mesi dal secondo vaccino, non sei protetto. Fatti vaccinare immediatamente», così il Primo Ministro di Israele, Naftali Bennett, invita la popolazione a sottoporsi all’inoculazione della terza dose del vaccino contro il Covid per rinforzare una copertura che dopo cinque mesi dal vaccino sembra scemare.

In Israele l’immunizzazione è avvenuta usando praticamente solo il siero prodotto da Pfizer. Lo stesso ricevuto anche dalla maggior parte degli italiani vaccinati. 

Il primo ministro Bennett ha poi aggiunto che, paradossalmente, in questa fase gli israeliani più vulnerabili sono quelli che hanno ricevuto la doppia dose di vaccino: «La popolazione più vulnerabile al momento... sono quelli che hanno ricevuto due dosi di vaccino ma non la terza... vanno in giro sentendosi protetti perché hanno ricevuto entrambe le dosi... devono essere vaccinati rapidamente con la terza dose di vaccino». 

Infatti è questo adesso il “paradosso”. In Israele abbiamo tanti immunizzati che vengono contagiati e hanno bisogno delle cure ospedaliere. 

Per questo motivo Israele ha deciso di procedere con le inoculazioni della terza dose di vaccino a tutti  i cittadini over 30. In precedenza il premier Naftali Bennett, aveva dato il via libera alla terza dose per gli over 60 e per i cittadini over 40. 

In Israele hanno già ricevuto la terza dose 1,3 milioni di persone: il 60% degli israeliani tra i 60 e i 69 anni, nuovo richiamo somministrato anche a circa il 75% di chi ha tra i 70 e i 79 anni.

Risulta evidente che nel paese ribattezzato il topo da laboratorio della Pfizer qualcosa non torna e mostra il futuro prossimo che ci attende. Quindi i poveri media italiani sono alle comiche, dopo tanta propaganda, per spiegare il “paradosso” Israele. 

La Redazione de l'AntiDiplomatico

La Redazione de l'AntiDiplomatico

L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa. Per ogni informazione, richiesta, consiglio e critica: info@lantidiplomatico.it

Potrebbe anche interessarti

Ma quale fascismo, quello di Meloni è il classico liberismo atlantista di Francesco Erspamer  Ma quale fascismo, quello di Meloni è il classico liberismo atlantista

Ma quale fascismo, quello di Meloni è il classico liberismo atlantista

Sa(n)remo arruolati in guerra di Giorgio Cremaschi Sa(n)remo arruolati in guerra

Sa(n)remo arruolati in guerra

Russia-Occidente: uno scontro di civiltà?   di Bruno Guigue Russia-Occidente: uno scontro di civiltà?

Russia-Occidente: uno scontro di civiltà?

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'(ancien) Regime di Antonio Di Siena L'(ancien) Regime

L'(ancien) Regime

I libici assaltano il complesso dell'Eni a Zuwara di Michelangelo Severgnini I libici assaltano il complesso dell'Eni a Zuwara

I libici assaltano il complesso dell'Eni a Zuwara

Il "salto tecnologico" cinese e il plusvalore marxiano di Pasquale Cicalese Il "salto tecnologico" cinese e il plusvalore marxiano

Il "salto tecnologico" cinese e il plusvalore marxiano

Gorbachev: ritorno alla terra di Daniele Lanza Gorbachev: ritorno alla terra

Gorbachev: ritorno alla terra

Irriducibili. Viaggio all’interno della fisica e della mente di Damiano Mazzotti Irriducibili. Viaggio all’interno della fisica e della mente

Irriducibili. Viaggio all’interno della fisica e della mente