/ Israele eliminerà alcuni problemi degli F-35 modificandoli pesant...

Israele eliminerà alcuni problemi degli F-35 modificandoli pesantemente

 
 

Il caccia stealth di quinta generazione F-35 soffre ancora numerosi problemi nonostante due decenni di sviluppo e miliardi di dollari spesi. Ma mentre il suo produttore, Lockheed Martin, sta lavorando per risolverli, Tel Aviv vuole invece apportare le proprie modifiche al problematico caccia. 

 

Israele introdurrà diverse importanti modifiche ai jet F-35 che ha ordinato dagli Stati Uniti Lockheed Martin nel tentativo di adattare l'aereo alla visione del paese su come dovrebbe funzionare il caccia, nonché di potenziare le sue capacità e risolvere alcuni problemi, scrive The National Interest.

 

Una delle cose chiave che gli israeliani devono cambiare, ha sottolineato la rivista, è il sistema informatico di bordo del caccia. Tel Aviv vuole adattarlo al proprio sistema di comando, controllo, comunicazione e elaborazione (C4), che sarà in esecuzione "in cima" al sistema operativo di Lockheed Martin. Quest'ultimo ha sollevato molti problemi con altri paesi che ordinano F-35, poiché desiderano accedere al suo codice aperto per modificarlo. Lockheed Martin, tuttavia, finora ha concesso loro un accesso limitato. 

 

Il computer di bordo del jet raccoglie tutte le informazioni inviate dai suoi sensori, comprese le posizioni di possibili schieramenti e installazioni di truppe nemiche, trasmettendole ad altri sistemi collegati a terra - a forze alleate, difese aeree o artiglieria. Ma non tutti i sistemi sono compatibili con l'F-35; quindi, Israele vuole installare un C4 proprio per essere in grado di trasmettere informazioni dai sensori dei caccia ai propri sistemi militari.

 

Mentre è possibile installare un nuovo sistema sul computer di bordo senza grandi cambiamenti al caccia stesso, altre modifiche che l'esercito israeliano ha in mente richiederebbero grandi cambiamenti al design del velivolo.

Pertanto, Tel Aviv è riuscita a negoziare per la costruzione di circa 30 velivoli Adir F-35I, una modifica specifica per paese del jet di quinta generazione.

 

Mentre l'intero elenco di modifiche per il jet come parte del programma di modifica rimane poco chiaro, conterrà opzioni per installare aggiunte di terze parti che sono "plug-and-play", ha indicato The National Interest. Una di queste aggiunte sono i pod di disturbo del radar, che dovrebbero aiutare il jet bypass a contrastare le difese anche dopo che altri paesi hanno scoperto come rilevare gli F-35.

 

Un altro cambiamento apportato all'F-35 come parte della sua modifica "I" è la capacità di usare armamenti israeliani, come i missili aria-aria a corto raggio Python o le bombe di precisione guidate della famiglia Spice.

 

Israele sta anche cercando di aumentare la portata operativa del caccia nordamericano aggiungendo la possibilità di installare serbatoi di carburante esterni. Sono previste due opzioni di questo tipo. Una di queste è serbatoi non furtivi che possono essere scaricati durante il volo per ripristinare la capacità di sfuggire alle difese quando necessario. Israele vuole anche co-sviluppare un sistema di serbatoi di carburante con Lockheed Martin che non danneggi le capacità invisibili del jet o l'aerodinamica.

 

L'elenco delle modifiche all'F-35I potrebbe essere più lungo, ma a quanto pare Israele vuole mettere a punto il caccia per soddisfare le proprie esigenze regionali, eliminando eventualmente alcuni degli aspetti negativi che secondo come riferito hanno causato preoccupazione tra i piloti dell'aeromobile.

Fonte: Sputnik
Notizia del:
Notizia del:
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa