La Cina chiede "indagini approfondite" sul sabotaggio di Nord Stream

La Cina chiede "indagini approfondite" sul sabotaggio di Nord Stream

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

Il portavoce del ministero degli Esteri cinese Wang Wenbin ha dichiarato che le rivelazioni del famoso giornalista statunitense Seymour Hersh sul sabotaggio dei gasdotti Nord Stream avvenuto lo scorso anno sono motivo di "indagini approfondite". 

A suo dire, Nord Stream "era considerato l'ancora di salvezza energetica dell'Europa". "Le esplosioni hanno inferto un duro colpo al mercato energetico e all'ambiente globale. Hanno anche scatenato in tutta Europa il timore di un inverno lungo e freddo", ha dichiarato il portavoce durante una conferenza stampa.

"È chiaro che è necessaria un'indagine obiettiva, imparziale e professionale sull'incidente", ha dichiarato Wang, commentando l'articolo di Hersh, in cui si afferma che i sommozzatori della Marina statunitense, con l'assistenza norvegese, hanno piazzato esplosivi sotto i gasdotti di Nord Stream nel giugno 2022. Il giornalista ha affermato che l'operazione è stata condotta sotto la copertura delle esercitazioni BALTOPS 22 della NATO.

"Sulla scia di queste rivelazioni, il governo e i media statunitensi sono rimasti misteriosamente in silenzio e i Paesi europei interessati sembrano esitare su come reagire", ha dichiarato il portavoce del ministero degli Esteri cinese. "Questi segnali insoliti danno alla gente un motivo in più per credere che la verità dietro l'esplosione di Nord Stream sia più complicata di quanto si possa immaginare", ha aggiunto. 

"Data la gravità del sabotaggio di un'infrastruttura transnazionale vitale e le gravi conseguenze che ne derivano, la comunità internazionale ha tutto il diritto di chiedere un'indagine approfondita", ha ribadito Wang. 

Il portavoce per la sicurezza nazionale della Casa Bianca, John Kirby, ha dichiarato domenica che gli Stati Uniti non sono coinvolti nel sabotaggio dei gasdotti Nord Stream, smentendo le recenti affermazioni di Hersh. "È una storia completamente falsa, non c'è nulla di vero [...] Non c'è un briciolo di verità. Non è vero. Gli Stati Uniti - nessun agente statunitense - non hanno nulla a che fare con questo. Niente", ha detto il funzionario.

Anche la Commissione Europea ha definito l’inchiesta di Hersh una “speculazione”.

Di altro parere la Russia, che nel frattempo, ha presentato venerdì una bozza di risoluzione al Consiglio di Sicurezza dell'ONU, chiedendo un'indagine internazionale indipendente sulle esplosioni di Nord Stream 1 e Nord Stream 2.

La Redazione de l'AntiDiplomatico

La Redazione de l'AntiDiplomatico

L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa. Per ogni informazione, richiesta, consiglio e critica: info@lantidiplomatico.it

Potrebbe anche interessarti

Francesco Erspamer - Vittoria di Meloni? Successo di Schlein? di Francesco Erspamer  Francesco Erspamer - Vittoria di Meloni? Successo di Schlein?

Francesco Erspamer - Vittoria di Meloni? Successo di Schlein?

Lo squallore di chi accusa di "antisemitismo" Melenchon di Paolo Desogus Lo squallore di chi accusa di "antisemitismo" Melenchon

Lo squallore di chi accusa di "antisemitismo" Melenchon

Gli attacchi ad Orban e il vero volto dell'UE di Fabrizio Verde Gli attacchi ad Orban e il vero volto dell'UE

Gli attacchi ad Orban e il vero volto dell'UE

In Bolivia, tornano i carri armati di Geraldina Colotti In Bolivia, tornano i carri armati

In Bolivia, tornano i carri armati

Attentato a Trump: tutti i "misteri" ancora senza risposta di Clara Statello Attentato a Trump: tutti i "misteri" ancora senza risposta

Attentato a Trump: tutti i "misteri" ancora senza risposta

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi di Giovanna Nigi "11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

Anche in Kenya l’imperialismo non è che una tigre di carta di Leonardo Sinigaglia Anche in Kenya l’imperialismo non è che una tigre di carta

Anche in Kenya l’imperialismo non è che una tigre di carta

Il ritorno del blairismo e le fake news contro Corbyn di Giorgio Cremaschi Il ritorno del blairismo e le fake news contro Corbyn

Il ritorno del blairismo e le fake news contro Corbyn

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

La mannaia dell'austerity di Giuseppe Giannini La mannaia dell'austerity

La mannaia dell'austerity

Elezioni in Francia. Il precedente Pflimlin di Antonio Di Siena Elezioni in Francia. Il precedente Pflimlin

Elezioni in Francia. Il precedente Pflimlin

"L'Urlo" adesso è davvero vostro di Michelangelo Severgnini "L'Urlo" adesso è davvero vostro

"L'Urlo" adesso è davvero vostro

La Russia e Trump: un esercizio di memoria di Andrea Puccio La Russia e Trump: un esercizio di memoria

La Russia e Trump: un esercizio di memoria

La foglia di Fico di  Leo Essen La foglia di Fico

La foglia di Fico

Lenin fuori dalla retorica di Paolo Pioppi Lenin fuori dalla retorica

Lenin fuori dalla retorica

LA SINISTRA CHE SCONFIGGE LE DESTRE E MACRON di Michele Blanco LA SINISTRA CHE SCONFIGGE LE DESTRE E MACRON

LA SINISTRA CHE SCONFIGGE LE DESTRE E MACRON

 Gaza. La scorta mediatica  Gaza. La scorta mediatica

Gaza. La scorta mediatica

Il Moribondo contro il Nascente Il Moribondo contro il Nascente

Il Moribondo contro il Nascente

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti