La Russia pronta ad aiutare la Turchia a sviluppare un caccia di quinta generazione

La Russia pronta ad aiutare la Turchia a sviluppare un caccia di quinta generazione

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

La notizia non è certo nuova, ma trova ulteriore conferma: la Russia potrebbe aiutare la Turchia nello sviluppo di un proprio caccia di quinta generazione. Ankara dopo l’acquisto dei sistemi russi S-400 è stata definitivamente esclusa dagli Stati Uniti dal programma F-35 e quindi adesso per rinnovare e rinforza la propria flotta cerca alternative. Da qui nasce anche l’idea dello sviluppo di un proprio caccia nazionale di quinta generazione. 

La Russia, secondo quanto riferisce il direttore del Servizio federale per la cooperazione tecnico-militare Dmitry Shugayev a Sputnik, ha ribadito la propria disponibilità a fornire assistenza ad Ankara. 

"La Russia ha ripetutamente espresso la disponibilità a fornire assistenza alla Repubblica di Turchia, e ora stiamo negoziando questo progetto", ha detto Shugayev durante l'Airshow di Dubai.

Ad ottobre Ankara ha affermato che gli Stati Uniti hanno offerto alla Turchia l'acquisto di caccia F-16 dopo essere stati esclusi dal programma sugli F-35. Tuttavia permangono delle opposizioni all’interno della politica statunitense anche verso questa soluzione. 

Ad aprile gli Stati Uniti avrebbero inviato una notifica ufficiale alla Turchia sulla sua esclusione dal programma di produzione degli ultimi caccia F-35 a seguito dell'acquisto da parte di Ankara del sistema di difesa aerea russo S-400.

Alexander Mikheev, il direttore generale dell'agenzia federale russa per l'export di armi Rosoboronexport, ha affermato che Russia e Turchia devono ancora firmare il contratto per le forniture della seconda divisione dei sistemi missilistici terra-aria S-400 Triumf, ciononostante la cooperazione dell'industria della difesa con Ankara va avanti. 

Ha inoltre osservato che Rosoboronexport ha implementato il primo contratto per le forniture degli S-400 senza alcuna lamentela da parte della Turchia.

La Redazione de l'AntiDiplomatico

La Redazione de l'AntiDiplomatico

L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa. Per ogni informazione, richiesta, consiglio e critica: info@lantidiplomatico.it

Potrebbe anche interessarti

Referendum, "non ho votato ma non ho nulla da esultare" di Paolo Desogus Referendum, "non ho votato ma non ho nulla da esultare"

Referendum, "non ho votato ma non ho nulla da esultare"

La Nato va ufficialmente alla terza guerra mondiale di Giorgio Cremaschi La Nato va ufficialmente alla terza guerra mondiale

La Nato va ufficialmente alla terza guerra mondiale

La vera storia del "default russo" spiegata bene di Marinella Mondaini La vera storia del "default russo" spiegata bene

La vera storia del "default russo" spiegata bene

Il Liquidatore entra nella fase finale di Savino Balzano Il Liquidatore entra nella fase finale

Il Liquidatore entra nella fase finale

Sulla Denazificazione dell'Ucraina di Daniele Lanza Sulla Denazificazione dell'Ucraina

Sulla Denazificazione dell'Ucraina

“Ucraina. Il mondo al bivio” . Di Giacomo Gabellini di Damiano Mazzotti “Ucraina. Il mondo al bivio” . Di Giacomo Gabellini

“Ucraina. Il mondo al bivio” . Di Giacomo Gabellini

Scuola pubblica di Bari: iPAD Apple o te ne vai  di Antonio Di Siena Scuola pubblica di Bari: iPAD Apple o te ne vai

Scuola pubblica di Bari: iPAD Apple o te ne vai

L'inflazione come strumento della lotta di classe di Gilberto Trombetta L'inflazione come strumento della lotta di classe

L'inflazione come strumento della lotta di classe