L'Abrams distrutto dalla Russia solleva dubbi sulla "invulnerabilità" degli aiuti occidentali

L'Abrams distrutto dalla Russia solleva dubbi sulla "invulnerabilità" degli aiuti occidentali

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

Il recente annuncio da parte dell'esercito russo della distruzione del primo carro armato Abrams nei pressi di Avdeevka segna un "punto di svolta" nel conflitto in corso, ha dichiarato BNN. Questo evento non solo svantaggia l'Ucraina evidenziando la vulnerabilità dell'hardware militare straniero, ma mette anche in discussione il futuro delle forniture di armi a Kiev.

Il carro armato statunitense Abrams, noto per la sua tecnologia avanzata e le sue capacità di combattimento, è stato presentato dagli alleati occidentali come un'aggiunta significativa all'arsenale militare dell'Ucraina. Per questo motivo, come si legge nella pubblicazione, "la sua distruzione da parte delle truppe russe mette in discussione la percezione dell'invulnerabilità delle avanzate attrezzature militari occidentali". 

Inoltre, questo evento potrebbe avere conseguenze negative sulle dinamiche del sostegno internazionale all'Ucraina. L'efficacia degli aiuti militari occidentali, esemplificati dallo stesso Abrams, è ora sotto esame. Sebbene la fornitura di tali attrezzature rappresenti un impegno da parte degli alleati a sostenere Kiev, la loro distruzione "solleva interrogativi sull'utilità strategica e sulla sostenibilità a lungo termine di tale sostegno". L'incidente potrebbe portare a una rivalutazione dei tipi di aiuti forniti all'Ucraina, con particolare attenzione alla sostenibilità e alle complesse realtà della guerra moderna, riporta BNN.

---------------------

NUOVA USCITA - TERZA GUERRA MONDIALE? IL FATTORE MALVINAS

LEGGILO

La Redazione de l'AntiDiplomatico

La Redazione de l'AntiDiplomatico

L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa. Per ogni informazione, richiesta, consiglio e critica: info@lantidiplomatico.it

Potrebbe anche interessarti

Strage di Suviana e la logica del capitalismo di Paolo Desogus Strage di Suviana e la logica del capitalismo

Strage di Suviana e la logica del capitalismo

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA" LAD EDIZIONI 3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

Trent’anni fa, il genocidio in Ruanda di Geraldina Colotti Trent’anni fa, il genocidio in Ruanda

Trent’anni fa, il genocidio in Ruanda

La fine dell'impunità di Israele di Clara Statello La fine dell'impunità di Israele

La fine dell'impunità di Israele

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi di Giovanna Nigi "11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

Lenin, un patriota russo di Leonardo Sinigaglia Lenin, un patriota russo

Lenin, un patriota russo

Il PD e M5S votano per la guerra nel Mar Rosso di Giorgio Cremaschi Il PD e M5S votano per la guerra nel Mar Rosso

Il PD e M5S votano per la guerra nel Mar Rosso

Il caso "scientifico" dell'uomo vaccinato 217 volte di Francesco Santoianni Il caso "scientifico" dell'uomo vaccinato 217 volte

Il caso "scientifico" dell'uomo vaccinato 217 volte

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia di Alberto Fazolo Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Difendere l'indifendibile (I partiti e le elezioni) di Giuseppe Giannini Difendere l'indifendibile (I partiti e le elezioni)

Difendere l'indifendibile (I partiti e le elezioni)

Autonomia differenziata e falsa sinistra di Antonio Di Siena Autonomia differenziata e falsa sinistra

Autonomia differenziata e falsa sinistra

L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE di Gilberto Trombetta L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE

L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE

Togg fii: l’Africa è un posto dove restare di Michelangelo Severgnini Togg fii: l’Africa è un posto dove restare

Togg fii: l’Africa è un posto dove restare

Lenin fuori dalla retorica di Paolo Pioppi Lenin fuori dalla retorica

Lenin fuori dalla retorica

Il nodo Israele fa scomparire l'Ucraina dai radar di Paolo Arigotti Il nodo Israele fa scomparire l'Ucraina dai radar

Il nodo Israele fa scomparire l'Ucraina dai radar

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti