/ L'ONU afferma che Israele compie crimini di guerra. Corbyn chiede...

L'ONU afferma che Israele compie crimini di guerra. Corbyn chiede al Regno Unito di congelare la vendita di armi al regime di Tel Aviv

 
 

Il leader del Partito Laburista britannico, Jeremy Corbyn, ha chiesto al governo di congelare le vendite di armi ad Israele e di condannare fermamente l’uccisione di cittadini palestinesi. 

 

Le richieste di Corbyn giungono in seguito all’uscita di un rapporto realizzato dalle Nazioni Unite, dove si evince che le forze di sicurezza israeliane potrebbero aver commesso crimini di guerra uccidendo decine di palestinesi e ferendone oltre 6.100 in proteste settimanali nella striscia di Gaza assediata nell'ultimo anno. 

 

Sull’argomento Corbyn ha pubblicato un tweet dove afferma: «Le Nazioni Unite dicono che le uccisioni israeliane di manifestanti a Gaza - compresi bambini, paramedici e giornalisti - possono costituire" crimini di guerra o crimini contro l'umanità».

 

«Il governo del Regno Unito deve condannare inequivocabilmente le uccisioni e congelare le vendite di armi a Israele», ha aggiunto lo storico esponente della sinistra britannica. 

 

La Commissione di inchiesta indipendente delle Nazioni Unite «ha trovato fondati motivi per ritenere che i cecchini israeliani abbiano sparato a giornalisti, operatori sanitari, bambini e persone con disabilità, sapendo che erano chiaramente riconoscibili come tali». 

 

Il leader laburista sarà ancora tacciato di antisemitismo per aver avanzato una sacrosante condanna verso le disumane azioni compiute dallo Stato di Israele contro il popolo palestinese? 

Notizia del:
Notizia del:
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa