Ma perché i curdi, dopo il possibile ritiro USA, non consegnano allo Stato siriano i prigionieri ISIS?

Ma perché i curdi, dopo il possibile ritiro USA, non consegnano allo Stato siriano i prigionieri ISIS?

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

 

In evidente difficoltà i media mainstream USA i quali, pur di contrastare l’immediato ritiro delle truppe USA dalla Siria “promesso” (ancora una volta!) da Trump, ora tirano fuori la minaccia della liberazione di circa 3.200 tagliagole dell’ISIS (tra i quali spiccano i carnefici del giornalista USA James Foley, finora trattati a the e biscotti) prigionieri dei miliziani curdi inquadrati nelle Forze Democratiche Siriane. Una misura questa, confermata dall’Osservatorio siriano per i diritti umani ma, in parte, ridimensionata da Mostapha Bali, portavoce delle Forze Democratiche Siriane che, comunque, lanciano lo “straziante appello” che chiede agli USA di restare in Siria.


Si, ma se i Curdi, prima di affrontare la verosimile offensiva turca conseguente al possibile ritiro degli USA, vogliono sgravarsi del peso dei prigionieri ISIS, perché non li consegnano allo Stato siriano? Finora, si direbbe abbiano fatto tutt’altro. Ad esempio decretando, per parte di essi, una amnistia (che spesso, ha costretto i recalcitranti familiari dei tagliagole così liberati a tornare nelle aree controllate dall’ISIS) oppure a scambiarli con prigionieri curdi in mano all’ISIS.


Intanto - disimpegno o no degli USA - il rientro in Europa di tagliagole dell’ISIS (come abbiamo documentato qui, qui qui…) continua. Per solo quattro di questi, di nazionalità europea e già prigionieri nelle carceri siriane, i governi occidentali hanno chiesto l’estradizione; gli altri raggiungono il nostro Paese alla chetichella, verosimilmente, approdando nei santuari del jihadismo che, sotto gli occhi della NATO, sorgono come funghi nei Balcani.


Francesco Santoianni

Potrebbe anche interessarti

Strage di Suviana e la logica del capitalismo di Paolo Desogus Strage di Suviana e la logica del capitalismo

Strage di Suviana e la logica del capitalismo

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA" LAD EDIZIONI 3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

Trent’anni fa, il genocidio in Ruanda di Geraldina Colotti Trent’anni fa, il genocidio in Ruanda

Trent’anni fa, il genocidio in Ruanda

La fine dell'impunità di Israele di Clara Statello La fine dell'impunità di Israele

La fine dell'impunità di Israele

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi di Giovanna Nigi "11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

Lenin, un patriota russo di Leonardo Sinigaglia Lenin, un patriota russo

Lenin, un patriota russo

Il PD e M5S votano per la guerra nel Mar Rosso di Giorgio Cremaschi Il PD e M5S votano per la guerra nel Mar Rosso

Il PD e M5S votano per la guerra nel Mar Rosso

Il caso "scientifico" dell'uomo vaccinato 217 volte di Francesco Santoianni Il caso "scientifico" dell'uomo vaccinato 217 volte

Il caso "scientifico" dell'uomo vaccinato 217 volte

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia di Alberto Fazolo Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Difendere l'indifendibile (I partiti e le elezioni) di Giuseppe Giannini Difendere l'indifendibile (I partiti e le elezioni)

Difendere l'indifendibile (I partiti e le elezioni)

Autonomia differenziata e falsa sinistra di Antonio Di Siena Autonomia differenziata e falsa sinistra

Autonomia differenziata e falsa sinistra

L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE di Gilberto Trombetta L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE

L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE

Togg fii: l’Africa è un posto dove restare di Michelangelo Severgnini Togg fii: l’Africa è un posto dove restare

Togg fii: l’Africa è un posto dove restare

Lenin fuori dalla retorica di Paolo Pioppi Lenin fuori dalla retorica

Lenin fuori dalla retorica

Il nodo Israele fa scomparire l'Ucraina dai radar di Paolo Arigotti Il nodo Israele fa scomparire l'Ucraina dai radar

Il nodo Israele fa scomparire l'Ucraina dai radar

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti