Macron: "Non siamo indipendenti dalla Russia per il petrolio e gas"

Macron: "Non siamo indipendenti dalla Russia per il petrolio e gas"

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

Mentre l'Unione europea dipende dalla Russia nella sfera delle importazioni di petrolio e gas, quindi ottenere una maggiore indipendenza non dovrebbe comportare la rottura dei legami con Mosca, ha affermato il presidente francese Emmanuel Macron durante la presentazione del programma della presidenza di turno della Francia dell'UE, in una sessione del Parlamento Europeo a Strasburgo.

"Dobbiamo creare le condizioni per la sovranità e questo significa una maggiore indipendenza dalla Russia", ha detto Macron. "Tuttavia, quando guardo le nostre importazioni di petrolio e gas, vedo che non siamo indipendenti dalla Russia", ha osservato. "Non diventeremo indipendenti domani, ma questo non significa che dovremmo recidere i legami con la Russia, al contrario, ci portano molti benefici", ha detto il presidente della Francia.

"Per avere influenza, l'UE non dovrebbe mai essere in una posizione vulnerabile", ha osservato Macron. "Dovremmo tenere questa discussione alla luce dell'agenda climatica in particolare”. 

"L'Europa ha fissato l'obiettivo di raggiungere lo zero netto entro il 2050", ha detto il presidente. "Dovremmo ora passare dalle intenzioni agli affari - trasformare la nostra industria, investire nelle tecnologie del futuro", ha detto Macron. 

Parole che vanno in direzione opposta rispetto a quella della presidente della Commissione Europea, Ursula von der Leyen, la quale completamente allineata ai guerrafondai di Washington ha minacciato la Russia con nuove forti sanzioni riguardo alla questione Ucraina. 

La Redazione de l'AntiDiplomatico

La Redazione de l'AntiDiplomatico

L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa. Per ogni informazione, richiesta, consiglio e critica: info@lantidiplomatico.it

Potrebbe anche interessarti

28 maggio, Strage di Brescia: il silenzio omertoso sulla NATO di Giorgio Cremaschi 28 maggio, Strage di Brescia: il silenzio omertoso sulla NATO

28 maggio, Strage di Brescia: il silenzio omertoso sulla NATO

Le onorificenze ai russi, Di Maio e l'"indegnita'" di Marinella Mondaini Le onorificenze ai russi, Di Maio e l'"indegnita'"

Le onorificenze ai russi, Di Maio e l'"indegnita'"

Sulla Denazificazione dell'Ucraina di Daniele Lanza Sulla Denazificazione dell'Ucraina

Sulla Denazificazione dell'Ucraina

Buoni a nulla di Alberto Fazolo Buoni a nulla

Buoni a nulla

"Crisi ucraina": perché Rosa Luxemburg tornerà di moda di Giuseppe Masala "Crisi ucraina": perché Rosa Luxemburg tornerà di moda

"Crisi ucraina": perché Rosa Luxemburg tornerà di moda

Deep State. Lo Stato più profondo e i governi più pericolosi di Damiano Mazzotti Deep State. Lo Stato più profondo e i governi più pericolosi

Deep State. Lo Stato più profondo e i governi più pericolosi

Contrordine compagni. Putin non è più sul punto di morire di Antonio Di Siena Contrordine compagni. Putin non è più sul punto di morire

Contrordine compagni. Putin non è più sul punto di morire

VINCOLO ESTERNO VS SOVRANITÀ: LA BATTAGLIA DI UNA VITA di Gilberto Trombetta VINCOLO ESTERNO VS SOVRANITÀ: LA BATTAGLIA DI UNA VITA

VINCOLO ESTERNO VS SOVRANITÀ: LA BATTAGLIA DI UNA VITA

Armi puntate su Tripoli: la Libia sull'orlo di Michelangelo Severgnini Armi puntate su Tripoli: la Libia sull'orlo

Armi puntate su Tripoli: la Libia sull'orlo