Mosca: gli Usa stanno rafforzando la loro presenza militare in Siria

Mosca: gli Usa stanno rafforzando la loro presenza militare in Siria

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

 

Il recente schieramento degli aerei da combattimento F-22 in Giordania aveva già confermato come gli Stati Uniti d’America intendano ribadire la loro presenza in Asia occidentale.

Usa e Israele sono più isolati che mai nella regione dopo la ripresa delle relazioni diplomatiche tra Iran e Arabia Saudita, ottenuta con la mediazione della Cina. Riad, tra l’altro, così come gli Emirati Arabi Uniti sono sempre più vicini ai BRICS, Brasile, Russia, India, Cina e Sudafrica.

Non solo, il ritorno della Siria nella Lega Araba dopo 12 anni non è stato ancora digerito da Washington. E Mosca ha rivelato gli sforzi degli Stati Uniti per rafforzare la sua presenza militare in Siria, nonostante gli appelli di Damasco a ritirare le sue truppe dal paese arabo. "Vi sono notizie secondo cui gli Stati Uniti stanno rafforzando il proprio contingente militare nel nord-est della Siria, così come ad Al-Tanf (nella provincia occidentale di Homs), da loro occupata illegalmente da tempo", ha precisato annunciato l'inviato speciale della presidenza russa per la Siria, Alexander Lavrentiev.

Il ministro russo ha anche sottolineato che i servizi di intelligence statunitensi continuano a collaborare con i gruppi terroristici in Siria attraverso le loro basi militari illegali, con l'obiettivo di compiere atti di terrore sul territorio siriano.

Lavrentiev ha affermato che la mossa conferma un significativo irrigidimento della posizione di Washington nei confronti di Damasco e dei suoi tentativi di "destabilizzare" la Siria. Inoltre, il funzionario russo ha ricordato che Siria, Turchia e Iran sono d'accordo con la road map presentata dalla Russia per normalizzare le relazioni tra la Turchia e il Paese levantino, un processo iniziato il 28 dicembre 2022. con un incontro a Mosca, la capitale russa.

Lula e la causa palestinese di Fabrizio Verde Lula e la causa palestinese

Lula e la causa palestinese

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA" LAD EDIZIONI 3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

Gaza. L'America Latina progressista si stringe intorno a Lula di Geraldina Colotti Gaza. L'America Latina progressista si stringe intorno a Lula

Gaza. L'America Latina progressista si stringe intorno a Lula

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi di Giovanna Nigi "11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

Brecht e il Festival di Sanremo di Francesco Erspamer  Brecht e il Festival di Sanremo

Brecht e il Festival di Sanremo

Saras in mani stranieri e non è una notizia? di Paolo Desogus Saras in mani stranieri e non è una notizia?

Saras in mani stranieri e non è una notizia?

Unrwa, una vergogna (storica) per l'Italia di Giorgio Cremaschi Unrwa, una vergogna (storica) per l'Italia

Unrwa, una vergogna (storica) per l'Italia

La bufala dell'"accordo" sul fentanyl e le nuove guerre dell'oppio di Francesco Santoianni La bufala dell'"accordo" sul fentanyl e le nuove guerre dell'oppio

La bufala dell'"accordo" sul fentanyl e le nuove guerre dell'oppio

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

La mozione PD e il macabro teatrino di colonia Italia di Alberto Fazolo La mozione PD e il macabro teatrino di colonia Italia

La mozione PD e il macabro teatrino di colonia Italia

Una democrazia dell'apparenza (la violenza delle istituzioni) di Giuseppe Giannini Una democrazia dell'apparenza (la violenza delle istituzioni)

Una democrazia dell'apparenza (la violenza delle istituzioni)

Autonomia differenziata e falsa sinistra di Antonio Di Siena Autonomia differenziata e falsa sinistra

Autonomia differenziata e falsa sinistra

L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE di Gilberto Trombetta L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE

L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE

SHUGALEY NO, IL TESTIMONE SÌ di Michelangelo Severgnini SHUGALEY NO, IL TESTIMONE SÌ

SHUGALEY NO, IL TESTIMONE SÌ

Stellantis. Cosa cambia dopo l'accordo con la cinese Leapmotor di Pasquale Cicalese Stellantis. Cosa cambia dopo l'accordo con la cinese Leapmotor

Stellantis. Cosa cambia dopo l'accordo con la cinese Leapmotor

La rete di ingerenza creata dagli Stati Uniti contro Cuba di Andrea Puccio La rete di ingerenza creata dagli Stati Uniti contro Cuba

La rete di ingerenza creata dagli Stati Uniti contro Cuba

Le manovre USA per screditare le Forze Armate Rivoluzionarie di Cuba di Hernando Calvo Ospina Le manovre USA per screditare le Forze Armate Rivoluzionarie di Cuba

Le manovre USA per screditare le Forze Armate Rivoluzionarie di Cuba

Lenin fuori dalla retorica di Paolo Pioppi Lenin fuori dalla retorica

Lenin fuori dalla retorica

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti