Nord-est Siria. Scontri durissimi ISIS-FDS per il controllo prigione di Al Sinaa

Nord-est Siria. Scontri durissimi ISIS-FDS per il controllo prigione di Al Sinaa

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

 

I terroristi dell'ISIS-Daesh hanno preso il controllo della prigione di Al-Sinaa nel nord-est della Siria e si sono verificati aspri scontri con le milizie a guida curda, alleate degli USA, 'forze democratiche siriane, FDS

Secondo i media locali, oggi elementi del gruppo terroristico Daesh hanno preso il controllo di molte parti della prigione, cercando di facilitare la fuga dei suoi detenuti dal centro.

I miliziani delle FDS hanno assediato la struttura e ci sono stati aspri scontri tra le due bande.

Anche gli aerei da guerra statunitensi sono coinvolti nei combattimenti e hanno bombardato edifici residenziali intorno alla prigione.

I media siriani hanno annunciato che gli scontri hanno provocato la morte di 26 membri del Daesh e 14 delle FDS; Nel frattempo, la rete libanese  Al-Mayadeen ha affermato che 130 detenuti evasi si sono arresi ai combattenti delle FDS.

I disordini si sono verificati dopo che i membri del gruppo terroristico hanno aperto il fuoco sulle guardie giovedì notte e hanno facilitato la fuga di 20 detenuti, inclusi i leader del Daesh, dopo aver fatto esplodere due autobombe sui muri della prigione, situata alla periferia della città di Hasaka.

Dopo l'attacco, le Forze Democratiche Siriane hanno chiuso i punti di ingresso e di uscita della città mentre diversi elicotteri statunitensi hanno sorvolato il carcere e nella zona alla ricerca dei detenuti evasi.

Gli esperti avvertono che il gruppo estremista potrebbe rianimarsi e rappresentare una minaccia per la Siria e l'Iraq se si perdesse il controllo della prigione e se tutti i detenuti terroristi riuscissero a fuggire.

Nonostante la caduta del 'califfato' proclamato da Daesh in Siria, i membri della banda continuano ad agire in diverse parti del Paese, soprattutto nelle zone di confine con l'Iraq; Data questa situazione, la Siria, con il sostegno della Russia, sta combattendo duramente contro i terroristi.

 

La Redazione de l'AntiDiplomatico

La Redazione de l'AntiDiplomatico

L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa. Per ogni informazione, richiesta, consiglio e critica: info@lantidiplomatico.it

28 maggio, Strage di Brescia: il silenzio omertoso sulla NATO di Giorgio Cremaschi 28 maggio, Strage di Brescia: il silenzio omertoso sulla NATO

28 maggio, Strage di Brescia: il silenzio omertoso sulla NATO

Le onorificenze ai russi, Di Maio e l'"indegnita'" di Marinella Mondaini Le onorificenze ai russi, Di Maio e l'"indegnita'"

Le onorificenze ai russi, Di Maio e l'"indegnita'"

Sulla Denazificazione dell'Ucraina di Daniele Lanza Sulla Denazificazione dell'Ucraina

Sulla Denazificazione dell'Ucraina

Buoni a nulla di Alberto Fazolo Buoni a nulla

Buoni a nulla

"Crisi ucraina": perché Rosa Luxemburg tornerà di moda di Giuseppe Masala "Crisi ucraina": perché Rosa Luxemburg tornerà di moda

"Crisi ucraina": perché Rosa Luxemburg tornerà di moda

Deep State. Lo Stato più profondo e i governi più pericolosi di Damiano Mazzotti Deep State. Lo Stato più profondo e i governi più pericolosi

Deep State. Lo Stato più profondo e i governi più pericolosi

Contrordine compagni. Putin non è più sul punto di morire di Antonio Di Siena Contrordine compagni. Putin non è più sul punto di morire

Contrordine compagni. Putin non è più sul punto di morire

VINCOLO ESTERNO VS SOVRANITÀ: LA BATTAGLIA DI UNA VITA di Gilberto Trombetta VINCOLO ESTERNO VS SOVRANITÀ: LA BATTAGLIA DI UNA VITA

VINCOLO ESTERNO VS SOVRANITÀ: LA BATTAGLIA DI UNA VITA

Armi puntate su Tripoli: la Libia sull'orlo di Michelangelo Severgnini Armi puntate su Tripoli: la Libia sull'orlo

Armi puntate su Tripoli: la Libia sull'orlo

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti