Nordic Monitor: Turchia porta girevole dei terroristi di Al Qaeda in Siria

Nordic Monitor: Turchia porta girevole dei terroristi di Al Qaeda in Siria

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

 

Il sito web svedese “Nordic Monitor” continua a pubblicare rapporti e documenti che rivelano il costante sostegno del governo turco guidato da Recep Tayyip Erdogan ai gruppi terroristici per promuovere i suoi piani coloniali contro la Siria.

Il sito ha recentemente rivelato che chiude più un occhio su un membro dell'organizzazione terroristica "Al-Qaeda" e cerca di formare una fazione armata di terroristi di nazionalità turca.

Secondo i documenti dell'intelligence pubblicati dal media svedese, il terrorista turco Khalil Kurtulch, noto come Abu Muhammad Ali, 45 anni, è uno dei più importanti terroristi della galassia jihadista che è stato addestrato in Turchia, quando si è unito ad "Al-Qaeda" nel 2012 per fondare in Siria il cosiddetto “Esercito del Califfato”.

Dopo le indagini, è emerso che le autorità turche lo hanno prima arrestato e ogni volta rilasciato per portare a termine i compiti a lui assegnati nei territori siriani vicini ai confini.

Tuttavia, la Turchia continua a finanziare e rifornire questi terroristi affermando di combatterli.

Nello stesso contesto, lo scorso anno sono state rivelate fughe di notizie simili riguardanti il ??reclutamento di agenti terroristici da parte del governo turco, tra cui i due fratelli terroristi Ibrahim e Abdul Qadir Shan per contrabbandare armi e forniture logistiche in Siria al fine di distruggere le infrastrutture del paese arabo. La Turchia, paese NATO, dall'inizio dell'aggressione alla Siria nel 2011, è la porta girevole  dei terroristi che entrano ed escono dal paese levantino, diventando un corridoio di ingresso per migliaia di terroristi e mercenari in territorio siriano.

Potrebbe anche interessarti

Genova, manifestazione contro le politiche belliciste della NATO di Leonardo Sinigaglia Genova, manifestazione contro le politiche belliciste della NATO

Genova, manifestazione contro le politiche belliciste della NATO

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA" LAD EDIZIONI 3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

Gaza. L'America Latina progressista si stringe intorno a Lula di Geraldina Colotti Gaza. L'America Latina progressista si stringe intorno a Lula

Gaza. L'America Latina progressista si stringe intorno a Lula

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi di Giovanna Nigi "11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

Brecht e il Festival di Sanremo di Francesco Erspamer  Brecht e il Festival di Sanremo

Brecht e il Festival di Sanremo

Saras in mani stranieri e non è una notizia? di Paolo Desogus Saras in mani stranieri e non è una notizia?

Saras in mani stranieri e non è una notizia?

Unrwa, una vergogna (storica) per l'Italia di Giorgio Cremaschi Unrwa, una vergogna (storica) per l'Italia

Unrwa, una vergogna (storica) per l'Italia

La bufala dell'"accordo" sul fentanyl e le nuove guerre dell'oppio di Francesco Santoianni La bufala dell'"accordo" sul fentanyl e le nuove guerre dell'oppio

La bufala dell'"accordo" sul fentanyl e le nuove guerre dell'oppio

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

La mozione PD e il macabro teatrino di colonia Italia di Alberto Fazolo La mozione PD e il macabro teatrino di colonia Italia

La mozione PD e il macabro teatrino di colonia Italia

Una democrazia dell'apparenza (la violenza delle istituzioni) di Giuseppe Giannini Una democrazia dell'apparenza (la violenza delle istituzioni)

Una democrazia dell'apparenza (la violenza delle istituzioni)

Autonomia differenziata e falsa sinistra di Antonio Di Siena Autonomia differenziata e falsa sinistra

Autonomia differenziata e falsa sinistra

L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE di Gilberto Trombetta L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE

L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE

SHUGALEY NO, IL TESTIMONE SÌ di Michelangelo Severgnini SHUGALEY NO, IL TESTIMONE SÌ

SHUGALEY NO, IL TESTIMONE SÌ

Stellantis. Cosa cambia dopo l'accordo con la cinese Leapmotor di Pasquale Cicalese Stellantis. Cosa cambia dopo l'accordo con la cinese Leapmotor

Stellantis. Cosa cambia dopo l'accordo con la cinese Leapmotor

A Monaco si è deciso la rottura della NATO che conoscevamo di Giuseppe Masala A Monaco si è deciso la rottura della NATO che conoscevamo

A Monaco si è deciso la rottura della NATO che conoscevamo

Lenin fuori dalla retorica di Paolo Pioppi Lenin fuori dalla retorica

Lenin fuori dalla retorica

OCSE, in Italia salari bassi e troppe ore lavorative di Michele Blanco OCSE, in Italia salari bassi e troppe ore lavorative

OCSE, in Italia salari bassi e troppe ore lavorative

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti