/ Per la Siria č "un atto di aggressione" il primo pattugliamento c...

Per la Siria č "un atto di aggressione" il primo pattugliamento congiunto USA-Turchia sulla riva dell'Eufrate

 

La Siria condanna il pattugliamento turco-americano nella "zona sicura" e la considera "un'aggressione" e "una flagrante violazione" della sua integritą territoriale.


Il ministero della Difesa turco ha annunciato oggi che il primo pattugliamento congiunto tra le forze turche e statunitensi schierate sulla riva orientale del fiume Eufrate in Siria è stato realizzato interamente.
 
Il ministero degli Esteri siriano ha reagito alla misura sottolineando che il pattugliamento effettuato nella regione siriana di Al-Jazeera rappresenta "un'aggressione" e "una flagrante violazione", non solo della sovranità territoriale siriana, ma anche del diritto internazionale.
 
“La Repubblica araba siriana condanna nei termini più duri, pattuglie congiunte tra (le forze di) l'amministrazione statunitense e il governo turco nella regione siriana di Al-Jazeera, mentre vengono condotte in flagrante violazione del diritto internazionale e della sovranità e integrità territoriale della Repubblica araba siriana ", si legge in una dichiarazione della diplomazia siriana.
 
Allo stesso modo, ha sottolineato che la misura costituisce in sé "un'aggressione" che cerca di "complicare" e "prolungare" la crisi in Siria, mentre il conto alla rovescia è iniziato per sradicare completamente i gruppi terroristici che avevano preso il controllo da diverse aree del paese.
 
Il Ministero degli Affari Esteri siriano ha ribadito, ancora una volta, che Damasco "rifiuta completamente" la creazione della cosiddetta "zona sicura" nel suo territorio e ha ribadito la sua determinazione a "contrastare tutte le trame che mirano alla sicurezza e l'integrità territoriale della Siria".
 
Notizia del:
Notizia del:
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa