/ Rapporto choc in Guatemala. Oltre 5.600 bambini vittime di abusi ...

Rapporto choc in Guatemala. Oltre 5.600 bambini vittime di abusi e violenze nel 2017

 
Un rapporto agghiacciante mostra come 5.655 minori siano stati vittime di abusi o violenze sessuali in Guatemala nel solo 2017. Secondo il rapporto annuale pubblicato dal difensore civico per i diritti umani del paese, ripreso oggi da Telesur, la maggior parte degli abusi sessuali e fisici riguarda ragazze e giovani donne.

Sulla base del rapporto stilato da esperti e condotto dall'Istituto nazionale di scienze forense, l'anno scorso 540 bambini hanno subito abusi, tra cui 285 ragazze e 255 ragazzi, mentre il numero di adolescenti vittime di abusi è stato di 519, di cui 300 donne e 219 uomini.



Alcuni dei fattori di "rischio" che il rapporto prende in considerazione nell'analisi di queste cifre sono le violenze simili subite dai genitori nella loro infanzia, l'utilizzo di droghe o abuso di alcool, il vivere in aree con "alta disoccupazione" o, infine "norme culturali che celebrano la violenza". Questo, precisa il rapporto, senza "voler criminalizzare la povertà".

"Le conseguenze degli abusi possono durare una vita", prosegue il rapporto sottolineando come questo sia l'inizio di "un circolo vizioso" in cui la vittima può diventare un aggressore nella sua vita adulta, in modo che le conseguenze dell'abuso sui minori diviene " intergenerazionale".

Riguardo le violenze sessuali, che il rapporto descrive come "una delle peggiori forme di violenza contro bambini e adolescenti", si stima che 1.718 bambini ne siano stati vittime - 1.364 bimbe e 354 nei maschi - mentre la cifra sale a 2.858 nel caso degli adolescenti, quasi tutti ragazze.

Il numero di gravidanze nelle ragazze e negli adolescenti è un altro dato "drammatico" nel paese, perché dal 7 ottobre ci sono state in totale 40.683 gravidanze nelle ragazze tra i 10 e i 17 anni.
 
Notizia del:
Notizia del:
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa