Reportage di Vittorio Rangeloni - Mariupol torna a festeggiare il 9 maggio

Reportage di Vittorio Rangeloni - Mariupol torna a festeggiare il 9 maggio

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

 

di Vittorio Rangeloni*

 

Mariupol - 9 Maggio, la città torna a festeggiare il Giorno della Vittoria



 

Nel centro città periodicamente continuano a sentirsi le esplosioni, ma si tratta di boati che ormai non fanno più paura: gli scontri proseguono solo nell’area dell’acciaieria dove i miliziani, senza fretta, continuano a soffocare la disperata resistenza dell’Azov.



Le strade sono state ripulite dalle macerie, non bisogna più zigzagare tra barricate costruite con carcasse di camion, autobus e blocchi di cemento, rischiando di forare a causa delle migliaia di schegge delle bombe. Le bandiere ucraine appese ai lampioni e ridotte a brandelli sono state sostituite da quelle russe. La maggior parte delle persone rimaste, dopo molti anni, torna ad indossare il nastro di San Giorgio. Questa data è una delle più sentite ed importanti.

Per ricostruire la città serviranno parecchie risorse ed energia, ma negli occhi di molti si vede ottimismo e sui volti, nonostante tutto, riappaiono i sorrisi.


*Foto e video di Nicola Rangeloni. Testo dal suo canale Telegram

Referendum, "non ho votato ma non ho nulla da esultare" di Paolo Desogus Referendum, "non ho votato ma non ho nulla da esultare"

Referendum, "non ho votato ma non ho nulla da esultare"

Sondaggio Times: Italia primo paese pacifista d'Europa di Giorgio Cremaschi Sondaggio Times: Italia primo paese pacifista d'Europa

Sondaggio Times: Italia primo paese pacifista d'Europa

No Tav, Green Pass e prospettive comuni di Francesco Santoianni No Tav, Green Pass e prospettive comuni

No Tav, Green Pass e prospettive comuni

Sulla Denazificazione dell'Ucraina di Daniele Lanza Sulla Denazificazione dell'Ucraina

Sulla Denazificazione dell'Ucraina

La finanza si "aspetta un terremoto" di Pasquale Cicalese La finanza si "aspetta un terremoto"

La finanza si "aspetta un terremoto"

“Ucraina. Il mondo al bivio” . Di Giacomo Gabellini di Damiano Mazzotti “Ucraina. Il mondo al bivio” . Di Giacomo Gabellini

“Ucraina. Il mondo al bivio” . Di Giacomo Gabellini

Scuola pubblica di Bari: iPAD Apple o te ne vai  di Antonio Di Siena Scuola pubblica di Bari: iPAD Apple o te ne vai

Scuola pubblica di Bari: iPAD Apple o te ne vai

Nell'Italia che vorrei... di Gilberto Trombetta Nell'Italia che vorrei...

Nell'Italia che vorrei...

La dichiarazione delle tribù libiche contro l’occupazione NATO di Michelangelo Severgnini La dichiarazione delle tribù libiche contro l’occupazione NATO

La dichiarazione delle tribù libiche contro l’occupazione NATO

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti