Ritorno alla bandiera sovietica. Il Partito comunista russo deposita disegno di legge alla Duma

Ritorno alla bandiera sovietica. Il Partito comunista russo deposita disegno di legge alla Duma

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

 

La bandiera sovietica simboleggia in queste settimane il processo di denazificazione in corso in Ucraina, uno degli obiettivi principali dell'operazione iniziata dalla Russia il 24 febbraio scorso. Sono sempre maggiori le immagini di quei vessilli tra le forze armate russe e issate nei posti del Donbass liberati dai neo-nazisti ucraini.

Proprio ieri il Partito Comunista della Federazione Russa ha ufficialmente depositato alla Duma una proposta di legge con l'obiettivo di sostituire il tricolore russo con la bandiera sovietica. Lo riporta Ria Novosti che cita alcuni degli articoli della proposta normativa.  "La bandiera di stato della Federazione Russa è un pannello rettangolare rosso con un'immagine nell'angolo superiore, vicino al bastone, una falce e martello d'oro e sopra di loro una stella rossa a cinque punte incorniciata da un bordo dorato. Il rapporto tra la larghezza della bandiera alla sua lunghezza è 1: 2", si legge all'articolo 1 del disegno di legge.

La nota esplicativa al disegno di legge rileva che queste modifiche elimineranno il divario storico e tentativi di interpretazione ambigua della normativa, contribuendo all'educazione patriottica dei cittadini. "Per la riverenza e la memoria dei nostri antenati - difensori della Patria. La Russia restituirà il simbolo di gloriose vittorie e di una grande potenza mondiale", afferma la nota esplicativa al disegno di legge.
 

Proprio ieri a Kherson intanto...


La Redazione de l'AntiDiplomatico

La Redazione de l'AntiDiplomatico

L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa. Per ogni informazione, richiesta, consiglio e critica: info@lantidiplomatico.it

L'agenda Draghi-Meloni di Giorgio Cremaschi L'agenda Draghi-Meloni

L'agenda Draghi-Meloni

Combattere l'imperialismo significa nominarlo (e smascherarlo)   di Bruno Guigue Combattere l'imperialismo significa nominarlo (e smascherarlo)

Combattere l'imperialismo significa nominarlo (e smascherarlo)

28 OTTOBRE 2022: APPELLO PER UN SECOLO ANTIFASCISTA di Alberto Fazolo 28 OTTOBRE 2022: APPELLO PER UN SECOLO ANTIFASCISTA

28 OTTOBRE 2022: APPELLO PER UN SECOLO ANTIFASCISTA

Torna a salire la tensione tra Grecia e Turchia di Antonio Di Siena Torna a salire la tensione tra Grecia e Turchia

Torna a salire la tensione tra Grecia e Turchia

Il sabotaggio Usa dei Nord Stream e la guerra per l'Artico di Gilberto Trombetta Il sabotaggio Usa dei Nord Stream e la guerra per l'Artico

Il sabotaggio Usa dei Nord Stream e la guerra per l'Artico

Draghi o non Draghi, resta la gabbia dell'eurozona di Thomas Fazi Draghi o non Draghi, resta la gabbia dell'eurozona

Draghi o non Draghi, resta la gabbia dell'eurozona

Digitalizzazione? Gli economisti e la "variabile" energia di Giuseppe Masala Digitalizzazione? Gli economisti e la "variabile" energia

Digitalizzazione? Gli economisti e la "variabile" energia

Gorbachev: ritorno alla terra di Daniele Lanza Gorbachev: ritorno alla terra

Gorbachev: ritorno alla terra

I 25 anni di Google e il potere "ipnotico" di YouTube di  Leo Essen I 25 anni di Google e il potere "ipnotico" di YouTube

I 25 anni di Google e il potere "ipnotico" di YouTube

Populismo terminale. La dispersione della sinistra e della destra di Damiano Mazzotti Populismo terminale. La dispersione della sinistra e della destra

Populismo terminale. La dispersione della sinistra e della destra

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti