/ Salvini esulta per la morte dell'eroe antiterrorismo Soleimani. I...

Salvini esulta per la morte dell'eroe antiterrorismo Soleimani. Il leghista è solo un servo sciocco di Washington

 


di Fabrizio Verde
 

Il commento al barbaro omicidio del generale iraniano Soleimani per mano degli Stati Uniti ha confermato ancora una volta, ove mai ve ne fosse ancora bisogno, la reale natura di Matteo Salvini. Altro che prima gli italiani o gli interessi dell’Italia. Matteo Salvini è l’ennesimo servo sciocco di Washington come tanti ce ne sono stati prima di lui. Al pari del suo sodale Bolsonaro. La voce grossa la riescono a fare sono con i deboli per poi divenire docili cagnolini di fronte agli interessi statunitensi e israeliani. 

 

«Donne e uomini liberi devono ringraziare il presidente Trump e la democrazia americana per aver eliminato #Soleimani, uno degli uomini più pericolosi e spietati al mondo, un terrorista islamico, un nemico dell’Occidente, di Israele, dei diritti e delle libertà».

 

Questo il tweet di Salvini. Mancano davvero le parole - o forse ci sarebbero ma sono indicibili - per commentare.

 

Salvini esulta per il barbaro omicidio di un eroe della lotta antiterrorismo. I terroristi sono finanziati, foraggiati e armati dai suoi padroni. L’uscita del leader leghista per noi non rappresenta motivo di stupore. Si conferma per quello che è: un utile idiota al servizio dell’imperialismo. 

Notizia del:
Notizia del:
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy Change privacy settings
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa