Siria: Stati Uniti e Regno Unito inviano sostanze tossiche ai terroristi

Siria: Stati Uniti e Regno Unito inviano sostanze tossiche ai terroristi

Il ministero degli Esteri siriano rivela l'origine delle sostanze tossiche trovate nei depositi di armi dei terroristi: aziende statunitensi ed il Regno Unito.

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

"Possiamo tranquillamente dire che gli Stati Uniti, il Regno Unito, così come i suoi alleati nella regione, sostengono le organizzazioni terroristiche sul territorio della Siria, in violazione della Convenzione per la proibizione delle armi chimiche", ha dichiarato, oggi, il viceministro degli Esteri siriano, Faisal al-Miqdad
 
Parlando nel corso di una conferenza stampa a Damasco, il vice ministro ha indicato che le sostanze tossiche in questione si trovavano nei depositi dei terroristi ad Aleppo (dove erano già state trovate armi chimiche dei 'ribelli ') e in diversi sobborghi orientali della capitale.


 

 
Tutte le armi trovate, ha specificato Al-Miqdad, sono bombe a mano e proiettili per lanciagranate caricate con sostanze tossiche irritanti CS e CN. Munizioni chimiche, secondo il viceministro siriano, che sono state prodotte dalla società statunitense 'Federal Laboratories', mentre gli agenti tossici sono stati prodotti dalle società 'Chemring Defence' del Regno Unito (Regno Unito) e dalla 'NonLethal Technologies'(USA).
 
A questo proposito, Al-Miqdad ha ricordato che ai sensi dell'articolo 5 della Convenzione per la proibizione delle armi chimiche (OPCW), l'uso di agenti tossici irritanti è consentito solo in caso di scontri, ma vietato in guerra.
 
 

Potrebbe anche interessarti

L'agenda Draghi-Meloni di Giorgio Cremaschi L'agenda Draghi-Meloni

L'agenda Draghi-Meloni

L'Ambasciatore russo "convocato" dalla Farnesina su ordine dell'UE di Marinella Mondaini L'Ambasciatore russo "convocato" dalla Farnesina su ordine dell'UE

L'Ambasciatore russo "convocato" dalla Farnesina su ordine dell'UE

Combattere l'imperialismo significa nominarlo (e smascherarlo)   di Bruno Guigue Combattere l'imperialismo significa nominarlo (e smascherarlo)

Combattere l'imperialismo significa nominarlo (e smascherarlo)

28 OTTOBRE 2022: APPELLO PER UN SECOLO ANTIFASCISTA di Alberto Fazolo 28 OTTOBRE 2022: APPELLO PER UN SECOLO ANTIFASCISTA

28 OTTOBRE 2022: APPELLO PER UN SECOLO ANTIFASCISTA

Gas a questi prezzi. "L'euro non ha più senso" di Antonio Di Siena Gas a questi prezzi. "L'euro non ha più senso"

Gas a questi prezzi. "L'euro non ha più senso"

Draghi o non Draghi, resta la gabbia dell'eurozona di Thomas Fazi Draghi o non Draghi, resta la gabbia dell'eurozona

Draghi o non Draghi, resta la gabbia dell'eurozona

Libia, l'Italia si prepara alla guerra preventiva? di Michelangelo Severgnini Libia, l'Italia si prepara alla guerra preventiva?

Libia, l'Italia si prepara alla guerra preventiva?

Gorbachev: ritorno alla terra di Daniele Lanza Gorbachev: ritorno alla terra

Gorbachev: ritorno alla terra

I 25 anni di Google e il potere "ipnotico" di YouTube di  Leo Essen I 25 anni di Google e il potere "ipnotico" di YouTube

I 25 anni di Google e il potere "ipnotico" di YouTube

Donbass: la sinistra europea che copre l'imperialismo di Paolo Pioppi Donbass: la sinistra europea che copre l'imperialismo

Donbass: la sinistra europea che copre l'imperialismo

Populismo terminale. La dispersione della sinistra e della destra di Damiano Mazzotti Populismo terminale. La dispersione della sinistra e della destra

Populismo terminale. La dispersione della sinistra e della destra