Un minuto per il piccolo siriano Jad. Ucciso dalle criminali sanzioni USA-UE

Un minuto per il piccolo siriano Jad. Ucciso dalle criminali sanzioni USA-UE

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

 

Facciamo nostro l'invito di Fulvio Scaglione. Dedicate un minuto alla vicenda dolorosa del piccolo bambino siriano Jad. Morto di leucemia, ucciso dalle sanzioni che USA e Unione Europea hanno inflitto alla Siria. Jad poteva spravvivere, la sua forma di leucemia era guaribile, se le sanzioni non avessero impedito allo Stato siriano di acquistare le medicine giuste.

Traete voi le conclusioni...

di Fulvio Scaglione- Post Facebook

Chiedo, per favore, un minuto per questo bambino siriano. È Jad, nemmeno cinque anni. "È" anche se è morto pochi giorni fa, ucciso da una leucemia che, dicono i medici, avrebbe potuto essere curata, anche se forse non vinta, a patto di avere le medicine giuste.

Quelle medicine che in Siria non arrivano a causa delle sanzioni. "È" perché Jad non c'è più ma tanti altri bambini malati come lui ci sono ancora, e forse moriranno per la stessa ragione: perché a Washington e a Bruxelles hanno deciso che le medicine non devono arrivare ai siriani. Fermiamo questa follia.

Qualunque cosa si pensi di Bashar al-Assad, una cosa è certa: le sanzioni non serviranno allo scopo di chi le promulga (appunto, cacciare Assad) ma solo a far soffrire la gente comune.

Le sanzioni non hanno mai "funzionato". Mai. Non a Cuba, non in Iran, non in Russia, per fare solo qualche esempio.

Nessuna politica è cambiata, nessun leader se n'è andato. Chissà se Jad sarà mai compianto da qualche buon Cristiano.

Certo, occuparsi anche dei siriani che non hanno il certificato di garanzia "anti-Assad" non è fine, non porta medaglie, non ti autorizza a sentirti "democratico", non ti fa incontrare i pezzi grossi e magari ti fa perdere qualche collaborazione. Ma come diceva quel tale: qualcuno deve pur farlo.

Potrebbe anche interessarti

Dove sono ora quei 12 milioni di italiani che votarono per Renzi? di Francesco Erspamer  Dove sono ora quei 12 milioni di italiani che votarono per Renzi?

Dove sono ora quei 12 milioni di italiani che votarono per Renzi?

Le preoccupazioni di Draghi per la Dad sono fasulle di Paolo Desogus Le preoccupazioni di Draghi per la Dad sono fasulle

Le preoccupazioni di Draghi per la Dad sono fasulle

La prima (velenosa) porcata dell'anno di Draghi e compagnia di Giorgio Cremaschi La prima (velenosa) porcata dell'anno di Draghi e compagnia

La prima (velenosa) porcata dell'anno di Draghi e compagnia

Putin ha preso la decisione di Marinella Mondaini Putin ha preso la decisione

Putin ha preso la decisione

Green Pass, quei "fascisti" di Amnesty International... di Savino Balzano Green Pass, quei "fascisti" di Amnesty International...

Green Pass, quei "fascisti" di Amnesty International...

Green Pass: si o no? di Alberto Fazolo Green Pass: si o no?

Green Pass: si o no?

Il Ventennio dell'euro di Thomas Fazi Il Ventennio dell'euro

Il Ventennio dell'euro

"Profitti zero": Siamo alla fase finale di Pasquale Cicalese "Profitti zero": Siamo alla fase finale

"Profitti zero": Siamo alla fase finale

Prima che sia troppo tardi per chiedere scusa di Antonio Di Siena Prima che sia troppo tardi per chiedere scusa

Prima che sia troppo tardi per chiedere scusa

Torna di moda la fake delle fake sulla "Germania virtuosa"... di Gilberto Trombetta Torna di moda la fake delle fake sulla "Germania virtuosa"...

Torna di moda la fake delle fake sulla "Germania virtuosa"...

Le 2 manifestazioni di Tripoli e l’accordo Salvini-Rackete sulla Libia di Michelangelo Severgnini Le 2 manifestazioni di Tripoli e l’accordo Salvini-Rackete sulla Libia

Le 2 manifestazioni di Tripoli e l’accordo Salvini-Rackete sulla Libia