/ Venezuela, sovranità, autodeterminazione e guerra economica: impo...

Venezuela, sovranità, autodeterminazione e guerra economica: importante seminario alla Sapienza

 

Alla presenza di oltre 150 studenti e come seminario delle lezioni alla Sapienza del Prof. Luciano Vasapollo, l’Ambasciatore della Repubblica Bolivariana del Venezuela, Isaìas Rodriguez, è intervenuto oggi sulle vicende interne e geopolitiche che riguardano il suo paese.



 

Dopo aver parlato delle politiche sociali del governo di Maduro, delle prospettive per il paese dopo l’Assemblea Costituente del luglio scorso e dopo le vittorie regionali e comunali del blocco socialista, Isaìas ha dato molta enfasi al blocco economico contro il Venezuela e il ruolo assunto da parte della Cina, della Russia, dell’Iran e di altre potenze regionali che si sono schierate al fianco di Caracas in questa lotta definita di libertà, autodeterminazione e sovranità contro le ingerenze di Stati Uniti, Canada e Unione Europea. L’Ambasciatore ha poi ricordato come quest’ultime vengono da tante sconfitte nel tentativo di destabilizzazione contro il Venezuela. “Sono stati sconfitti 11 volte all’OSA e all’Onu il Venezuela ha avuto la solidarietà di decine e decine di stati.”


 

Nel suo intervento il Prof. Luciano Vasapollo ha sottolineato come il Venezuela sia la dimostrazione di come "una nuova modalità di relazioni internazionali senza guerre e interventi bellicose sia possibile. La dimostrazione di come nel mondo si possa ancora dare importanza alla democrazia sostanziale e formale. Ogni aspetto politico in Venezuela si discute e il popolo è l’ultimo a ratificare sempre ogni cambiamento. Questo avviene mentre in Italia, che poi vuole dare lezioni di democrazia, i trattati europei mai voluti e votati dal popolo italiano si impongono ahimé anche al di sopra della Costituzione”.

Notizia del:
Notizia del:
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa