VIDEO SHOCK. Il regime nordamericano giustizia a freddo afroamericano inerme a terra

VIDEO SHOCK. Il regime nordamericano giustizia a freddo afroamericano inerme a terra

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

 
Baton Rouge, Louisiana, 5 luglio.  Alton Sterling è l'ennesimo afro-americano ucciso dalla polizia del regime nord-americano in modo brutale.

 
L'uomo, padre di cinque figli, secondo la ricostruzione in parte documentata da un video, era, scrive Contropiano:
 
 “a bordo di un’automobile nei pressi di un ristorante quando intorno alle 12.30, quindi in pieno giorno, è stato fermato da una pattuglia intervenuta in base ad una segnalazione. Gli agenti lo hanno affrontato fuori dal veicolo e ne è nata una colluttazione. Di fronte alla resistenza dell’uomo gli agenti hanno prima cercato di immobilizzarlo usando una pistola elettrica, e poi lo hanno addirittura crivellato di proiettili, al petto e alla schiena, quasi a bruciapelo, nonostante Alton Sterling fosse già a terra, inerme e disarmato. Il filmato amatoriale girato da un telefono cellulare è impressionante, ricorda una vera e propria esecuzione a freddo. 
Come di solito avviene in questi casi il Dipartimento ha sospeso temporaneamente dal servizio i due membri della pattuglia che si difendono affermando che l’uomo avesse con sé un’arma, ritrovata dopo l’omicidio a freddo, ma nella sua tasca. Il proprietario di un minimarket, che conosceva la vittima, ha raccontato che l’uomo non ha mai impugnato l’arma durante la colluttazione. “Stranamente” le body cameras che tutti gli agenti indossano al momento dell’esecuzione erano spente e quindi non sono disponibili le immagini di quanto avvenuto nella città costiera della Louisiana".
 
Dove sono le famose ONG dei diritti umani a giorni e paesi alterni? Difficilmente diranno una parola contro il regime nord-americano.  

Nel luglio scorso 118 cittadini americani sono risultati vittime della brutalità della polizia americana, che, in media, uccide una persona ogni 6,5 ore. Negli Stati Uniti quasi 47 milioni di nord-americani vivono in condizione di povertà, 46 milioni di nord-americani si rivolgono alla banca alimentare ogni anno, oltre un milione e mezzo di bambini nel paese ha dormito in un rifugio per senzatetto nel 2014. Negli Stati Uniti è detenuta il 25% della popolazione carceraria del mondo, perlopiù afroamericani e ispanici. La crisi umanitaria in corso negli Stati Uniti è repressa dal regime con la violenza che trova negli afroamericani i primi facili bersagli.

Qui sotto il video dell'esecuzione, altamente sconsigliato ad un pubblico sensibile.
 

Referendum, "non ho votato ma non ho nulla da esultare" di Paolo Desogus Referendum, "non ho votato ma non ho nulla da esultare"

Referendum, "non ho votato ma non ho nulla da esultare"

Sondaggio Times: Italia primo paese pacifista d'Europa di Giorgio Cremaschi Sondaggio Times: Italia primo paese pacifista d'Europa

Sondaggio Times: Italia primo paese pacifista d'Europa

No Tav, Green Pass e prospettive comuni di Francesco Santoianni No Tav, Green Pass e prospettive comuni

No Tav, Green Pass e prospettive comuni

Sulla Denazificazione dell'Ucraina di Daniele Lanza Sulla Denazificazione dell'Ucraina

Sulla Denazificazione dell'Ucraina

La finanza si "aspetta un terremoto" di Pasquale Cicalese La finanza si "aspetta un terremoto"

La finanza si "aspetta un terremoto"

“Ucraina. Il mondo al bivio” . Di Giacomo Gabellini di Damiano Mazzotti “Ucraina. Il mondo al bivio” . Di Giacomo Gabellini

“Ucraina. Il mondo al bivio” . Di Giacomo Gabellini

Scuola pubblica di Bari: iPAD Apple o te ne vai  di Antonio Di Siena Scuola pubblica di Bari: iPAD Apple o te ne vai

Scuola pubblica di Bari: iPAD Apple o te ne vai

Nell'Italia che vorrei... di Gilberto Trombetta Nell'Italia che vorrei...

Nell'Italia che vorrei...

La dichiarazione delle tribù libiche contro l’occupazione NATO di Michelangelo Severgnini La dichiarazione delle tribù libiche contro l’occupazione NATO

La dichiarazione delle tribù libiche contro l’occupazione NATO

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti