"Abbiamo indicato lo ius soli". La "sinistra per Draghi" è nuda per sempre

"Abbiamo indicato lo ius soli". La "sinistra per Draghi" è nuda per sempre

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

C’era un tempo in cui anche l’ultimo dei sindacalisti di provincia ben sapeva che per garantire la coesione sociale serve il lavoro. Come magistralmente spiegato dal primo articolo della Costituzione. Quel lavorare fianco a fianco, condividendo pane e fatica, gioie e dolori, unica vera strada per un’effettiva integrazione fra diversi.
 
E invece no.
 
Si seguita pervicacemente a evocare battaglie sterili come lo ius soli. Dimenticandosi che la nazionalità non è (e non può mai essere) motivo di discriminazione lavorativa, sempre secondo il dettato di quel pezzo di carta di cui i trattati europei hanno fatto strame.
 
Ora, da uno che ha rinnegato tutto il rinnegabile come Landini, non mi aspettavo certo un’approfondita analisi di come €uro ed UE abbiano devastato il mercato del lavoro in Italia. Ma difronte a uno scenario apocalittico che ha visto fallire 80mila imprese e perdere mezzo milione di posti di lavoro in un solo anno (e con lo sblocco dei licenziamenti dietro l’angolo) mi sarei aspettato proposte un po’ meno funzionali a prostrarsi ai piedi del grande banchiere. Che so, un bel piano industriale.
 
Niente di tutto questo.
 
A dimostrazione ulteriore di come la sinistra e i sindacati italiani, grazie alla loro ottusa e reiterata incapacità di comprendere le reali sfide del presente, abbiano ormai definitivamente perso la loro funzione politica e sociale. Oltre che il senso stesso della storia.
 
 
 
 
Non servono più a niente. Se non a fare da foglia di fico (sempre più piccola a dire il vero) alle peggiori porcate liberiste. E per questo non li segue più nessuno che non sia un borghese benestante e altolocato. Il popolo del lavoro e delle periferie, quello che vive quotidianamente sulla propria pelle gli effetti delle delocalizzazioni, della distruzione del mercato interno, della compressione salariale, dell’emigrazione giovanile e delle scellerate politiche di immigrazione in assenza di visione d’insieme e risorse adeguate, sta irrimediabilmente da un’altra parte.
 
A distanza di sicurezza dagli alberi di fico e al (presunto) riparo sotto qualche pero da cui, molto presto, vedremo cadere Landini e tutti quelli come lui.
Potrebbe essere un'immagine raffigurante il seguente testo "Q POLITICA SOSTIENICI 10FEBBRAIO2021 Governo, Landini (Cgil): "A Draghi abbiamo indicato tema dello ius soli. Se si vuole coesione sociale, chi nasce qui deve avere stessi diritti" f"
 

Antonio Di Siena

Antonio Di Siena

Direttore editoriale della LAD edizioni. Avvocato, blogger e autore di "Memorandum. Una moderna tragedia greca" 

Potrebbe anche interessarti

Alle armi siam... Von Der Leyen Alle armi siam... Von Der Leyen

Alle armi siam... Von Der Leyen

Lula e la causa palestinese di Fabrizio Verde Lula e la causa palestinese

Lula e la causa palestinese

Gli "utili idioti" del sistema? di Leonardo Sinigaglia Gli "utili idioti" del sistema?

Gli "utili idioti" del sistema?

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA" LAD EDIZIONI 3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

Gaza. L'America Latina progressista si stringe intorno a Lula di Geraldina Colotti Gaza. L'America Latina progressista si stringe intorno a Lula

Gaza. L'America Latina progressista si stringe intorno a Lula

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi di Giovanna Nigi "11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

Brecht e il Festival di Sanremo di Francesco Erspamer  Brecht e il Festival di Sanremo

Brecht e il Festival di Sanremo

Saras in mani stranieri e non è una notizia? di Paolo Desogus Saras in mani stranieri e non è una notizia?

Saras in mani stranieri e non è una notizia?

Unrwa, una vergogna (storica) per l'Italia di Giorgio Cremaschi Unrwa, una vergogna (storica) per l'Italia

Unrwa, una vergogna (storica) per l'Italia

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia di Alberto Fazolo Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Una democrazia dell'apparenza (la violenza delle istituzioni) di Giuseppe Giannini Una democrazia dell'apparenza (la violenza delle istituzioni)

Una democrazia dell'apparenza (la violenza delle istituzioni)

Autonomia differenziata e falsa sinistra di Antonio Di Siena Autonomia differenziata e falsa sinistra

Autonomia differenziata e falsa sinistra

L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE di Gilberto Trombetta L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE

L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE

SHUGALEY NO, IL TESTIMONE SÌ di Michelangelo Severgnini SHUGALEY NO, IL TESTIMONE SÌ

SHUGALEY NO, IL TESTIMONE SÌ

Le manovre USA per screditare le Forze Armate Rivoluzionarie di Cuba di Hernando Calvo Ospina Le manovre USA per screditare le Forze Armate Rivoluzionarie di Cuba

Le manovre USA per screditare le Forze Armate Rivoluzionarie di Cuba

La Hybris umana e il miraggio della Pace di Giuseppe Masala La Hybris umana e il miraggio della Pace

La Hybris umana e il miraggio della Pace

Lenin fuori dalla retorica di Paolo Pioppi Lenin fuori dalla retorica

Lenin fuori dalla retorica

Tassare i ricchi di Michele Blanco Tassare i ricchi

Tassare i ricchi

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti