/ Gli USA offrono al Giappone l'accesso al codice informatico degli...

Gli USA offrono al Giappone l'accesso al codice informatico degli F-35 per il nuovo Jet da combattimento F-3

 

Lockheed Martin sta offrendo il software top secret a Tokyo come parte del suo piano per sviluppare il jet da combattimento stealth giapponese di prossima generazione.


Il governo degli Stati Uniti è disposto a condividere almeno una parte del codice informatico utilizzato per far funzionare i sistemi elettronici e di missione della Lightning II F-35 della quinta generazione con Tokyo come parte del passo di Lockheed Martin per co-sviluppare un nuovo jet da combattimento stealth con Tokyo, noto come F-3.
 
"Gli Stati Uniti hanno proposto di divulgare alcuni dei dettagli top-secret del loro moderno caccia F-35 stealth in Giappone per incoraggiare lo sviluppo congiunto di un velivolo che riuscirà a far scattare l'F-2 della Forza aerea autodifesa combattente", ha riferito il quotidiano giapponese Yomiuri Shimbun il 18 aprile scorso.
 
In dettaglio, gli Stati Uniti hanno espresso la volontà di rilasciare il software installato nell'F-35 per controllare parti tra cui il motore dell'aereo e i missili.

Il software per computer dell'F-35, che ha almeno otto milioni di righe di codice, è attualmente detenuto esclusivamente dallo sviluppatore dell'aeromobile, Lockheed Martin, ed è un segreto strettamente custodito. Lo scorso anno l'appaltatore americano della difesa ha presentato al governo giapponese una proposta progettuale per un aereo da caccia di superiorità aerea bicilindrico di nuova generazione che combina la cellula dell'F-22 con la suite elettronica dell'F-35.
 
Lockheed Martin è uno dei cinque contendenti che cercano di collaborare con il Giappone per il suo cosiddetto programma Future Fighter (F-3), che sarà ufficialmente lanciato quest'anno in linea con il Programma di difesa a medio termine (MTDP) e il Programma di difesa nazionale (NDPG). Il Giappone è alla ricerca di partner internazionali per collaborare con Mitsubishi Heavy Industries (MHI) e altre ditte di difesa giapponesi sul caccia F-3 nell'ultimo anno.
 
Il Ministero della Difesa giapponese (MoD) ha inviato una richiesta di informazioni ai produttori di aeromobili internazionali nel 2018 per il programma F-3. A quanto riferito BAE Systems, EADS, Lockheed Martin, Boeing e Northrop Grumman hanno risposto alla richiesta.
 
Secondo Yomiuri Shimbun, i funzionari statunitensi e giapponesi hanno iniziato a discutere seriamente la proposta della Lockheed Martin solo il mese scorso. Complessivamente, la Japan Air Self Defense Force (JASDF) sta cercando di sostituire la sua flotta di 90 aerei da combattimento multiruolo F-2, una variante Mitsubishi prodotta dalla licenza dell'F-16 della Lockheed Martin, negli anni '30 con uno nuovo di quinta generazione di superiorità aerea.
 
Se il governo giapponese dovesse selezionare il progetto di Lockheed Martin, gli Stati Uniti sarebbero pronti a consentire l'integrazione di componenti di fabbricazione giapponese nel progetto di caccia con un nuovo sistema di missione e motore, che sarebbe un vantaggio per l'industria dell'aviazione militare giapponese. Tuttavia, secondo i resoconti dei media del 2018, il ministero delle Finanze giapponese ha respinto la proposta della Lockheed Martin perché troppo costosa.
 
Si stima che i costi di sviluppo e costruzione di 100 jet da combattimento stealth F-3 superino i $ 20 miliardi.
Come è stato riferito l'anno scorso, il Giappone potrebbe anche cercare di collaborare con il Regno Unito al progetto Tempest Future Fighter Aircraft, che mira a schierare una caccia stealth di sesta generazione per la Royal Air Force (RAF) entro il 2035. 
 
Fonte: The Diplomat
Notizia del:
Notizia del:
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa