Incidente in Crimea: video della Russia smentisce il Regno Unito

Incidente in Crimea: video della Russia smentisce il Regno Unito

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

La versione fornita dalla Russia circa la deliberata provocazione del cacciatorpediniere britannico Defender, che ha navigato per ben 3 chilometri in territorio russo al largo della Crimea, è stata messa in discussione dal Regno Unito. Londra ha provato a negare di aver violato il territorio russo, affermando di essere in acque internazionali ucraine - perché non riconosce la Crimea come russa - inoltre ha negato anche i colpi di avvertimento sparati dalle forze russe di frontiera per costringere la nave da guerra britannica a lasciare le acque russe dove si era introdotta illegalmente. 

La versione russa aveva trovato conferma indiretta nel racconto di un giornalista della BBC imbarcato sul cacciatorpediniere Defender. In una registrazione da questi diffusa si potevano anche sentire nitidamente i suoni degli spari russi. 

Adesso è un video diffuso proprio dalla Russia a confermare la versione sin dai primi momenti dopo l’incidente, o deliberata provocazione britannica per essere più precisi, fornita da Mosca. 

Le forze russe intimano alla nave da guerra britannica di allontanarsi dal confine, avvisano diverse volte l’equipaggio della nave da guerra di Londra delle conseguenze, e alla fine del video si può vedere una nave russa delle forze di pattugliamento dei confini sparare alcuni colpi di avvertimento. 

La Redazione de l'AntiDiplomatico

La Redazione de l'AntiDiplomatico

L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa. Per ogni informazione, richiesta, consiglio e critica: info@lantidiplomatico.it

Potrebbe anche interessarti

Green Pass e lavoro:  perché è una misura incostituzionale di Savino Balzano Green Pass e lavoro:  perché è una misura incostituzionale

Green Pass e lavoro: perché è una misura incostituzionale

Il Govermo dei padroni di Giorgio Cremaschi Il Govermo dei padroni

Il Govermo dei padroni

I miliardari perdono soldi? È l'ultimo dei problemi per la Cina   di Bruno Guigue I miliardari perdono soldi? È l'ultimo dei problemi per la Cina

I miliardari perdono soldi? È l'ultimo dei problemi per la Cina

In difesa di Alessandro Barbero In difesa di Alessandro Barbero

In difesa di Alessandro Barbero

Alessandro Barbero spiega le ragioni del No al Green Pass di Thomas Fazi Alessandro Barbero spiega le ragioni del No al Green Pass

Alessandro Barbero spiega le ragioni del No al Green Pass

Green Pass e raccolta dati sensibili: perché tanto silenzio? di Giuseppe Masala Green Pass e raccolta dati sensibili: perché tanto silenzio?

Green Pass e raccolta dati sensibili: perché tanto silenzio?

I nuovi strabilianti numeri delle importazioni cinesi dall'Italia di Pasquale Cicalese I nuovi strabilianti numeri delle importazioni cinesi dall'Italia

I nuovi strabilianti numeri delle importazioni cinesi dall'Italia

Svenduta ai privati anche la società elettrica greca di Antonio Di Siena Svenduta ai privati anche la società elettrica greca

Svenduta ai privati anche la società elettrica greca

Recovery Mes e lasciapassare: due facce della stessa medaglia di Gilberto Trombetta Recovery Mes e lasciapassare: due facce della stessa medaglia

Recovery Mes e lasciapassare: due facce della stessa medaglia

Haftar si candida in Libia: l'Europa è nel panico di Michelangelo Severgnini Haftar si candida in Libia: l'Europa è nel panico

Haftar si candida in Libia: l'Europa è nel panico

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti